Home / Spettacolo / Cinema / Oscar 2018, 13 nomination per “La forma dell’acqua” di del Toro

Oscar 2018, 13 nomination per “La forma dell’acqua” di del Toro

La forma dell’acqua (The Shape of Water) del regista messicano Guillermo del Toro, film vincitore del Leone d’Oro al Festival di Venezia 2017, ha ottenuto 13 nomination agli Oscar 2018 La notte delle stelle che si svolgerà domenica 4 marzo.

Un risultato notevole che ha entusiasmato il regista e gli attori del cast. Nei giorni scorsi hanno tutti espresso la loro soddisfazione, attraverso dei comunicati stampa.

Oscar 2018
Un fotogramma del film di Guillermo del Toro, I0.wp

Del Toro: “Un film fedele alle immagini che mi hanno accompagnato sin dall’infanzia”

«È un grande onore e una grande gioia essere nominato con una pellicola che è fedele ai miei principi e alle immagini che amo e mi hanno accompagnato sin dall’infanzia – ha spiegato del Toro – Ringrazio l’Academy e i miei colleghi per il loro sensibile giudizio nei confronti de La forma dell’acqua. Condivido la gioia di queste candidature con tutti i giovani cineasti del Messico e dell’America Latina – ha aggiunto  – che hanno riposto le loro speranze nella missione cinematografica e nelle intime storie tratte dalle loro immaginazione».

The Shape of Water arriverà nei cinema il 14 febbraio

L’attesa attorno al nuovo film di del Toro è stata altissima, anche perché la pellicola ha vinto il Leone d’Oro pur essendo un blockbuster. E rompendo la tradizione festivaliera.

Il regista messicano propone una storia d’amore non convenzionale, e guarda a classici come La Bella e la Bestia e a Il mostro della laguna nera.

Una fiaba gotica ambientata durante la Guerra Fredda

Il focus del film è rivolto a una giovane senza voce, l’addetta alle pulizie Elisa (interpretata dall’attrice Sally Hawkins).

Elisa è intrappolata in un mondo di silenzio e solitudine. Sente di essere avulsa da quel mondo ed è  insoddisfatta.

Presto diventa l’eroina della storia, insieme alla collega Zelda (Octavia Spencer),viene incaricata di ripulire un laboratorio segreto.

Le due colleghe si imbattono in un pericoloso esperimento governativo: una creatura squamosa dall’aspetto umanoide, “conservata” in una vasca sigillata e piena d’acqua.

Elisa si avvicina sempre di più all’uomo anfibio e costruisce con questa creatura un rapporto di complicità che preoccupa quelli che la circondano.

La Bella e la Bestia secondo del Toro, La Repubblica

«L’acqua prende la forma di tutto ciò che la contiene in quel momento. E, anche se l’acqua può essere così delicata, resta anche la forza più potente e malleabile dell’universo. Vale anche per l’amore, non è vero? Non importa verso cosa lo rivolgiamo. L’amore resta sé stesso sia verso un uomo, una donna o una creatura», con queste parole del Toro ha presentato il suo nuovo film.

Ci stupirà il regista che non ha mai nascosto la sua ossessione per “i mostri” e per le storie “capaci di impaurire e incantare allo stesso tempo”.

https://www.comingsoon.it/cinema/news/guillermo-del-toro-e-il-suo-cast-reagiscono-alle-13-candidature-all-oscar/n74780/

About Valeria Gennaro

Giornalista, redattore di moda e beauty, cinema editor. Cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche.

Check Also

La primavera-estate 2018 si veste di militare

Torna protagonista in passerella il tema militare per la prossima collezione primavera/estate. Giacche sahariane, stivaletti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.