Home / Spettacolo / Cinema / Golden Globes, Italia delusa. Guadagnino non vince, battuto da McDonagh
Golden Globes
Martin McDonagh con cast e produttori del film Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

Golden Globes, Italia delusa. Guadagnino non vince, battuto da McDonagh

Grande delusione per il nostro Paese ai Golden Globes Award che si sono svolti a Los Angeles.

Questa volta all’insegna della sobrietà degli abiti total black dei presenti, a simboleggiare la lotta contro le molestie sessuali. E per sollecitare equità nelle professioni e nei salari fra donne e uomini.

Delusione per l’Italia. Luca Guadagnino non ha vinto nulla

Luca Guadagnino, il regista nato a Palermo, che da anni ormai lavora all’estero, autore anche di Io sono l’amore (2009) e di A Bigger Splash 2015, non ha ottenuto nessun premio.

Nonostante le tre candidature: miglior film drammatico, miglior interprete protagonista e miglior attore non protagonista.

Eppure il suo Chiamami col tuo nome è stato definito da buona parte della critica internazionale “un sublime capolavoro” e da diversi giornali “una delle più belle storie d’amore mai raccontate al cinema”.

Armie Hammer in Chiamami col tuo nome

Tre manifesti a Ebbing, Missouri ha vinto quasi tutto

La storia di amore omosessuale presentata sul grande schermo da Luca Guadagnino è stata battuta da Three billboards outside Ebbing, Tre manifesti a Ebbing, Missouri scritto e diretto da Martin McDonagh, che vede come protagonisti Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, John Hawkes e Peter Dinklage.

Migliori attori Gary Oldman e Sam Rockwell

Delusi naturalmente anche Thimothée Chalamet e Armie Hammer, i due protagonisti del film di Guadagnino. I due sono stati battuti da Gary Oldman, per la sua interpretazione di Winston Churchill in L’ora piu’ buia di Joe Wright ae a da Sam Rockwell per Three billboards outside Ebbing, Missouri.

Questo film infatti ha regalato il globo d’oro al regista Martin Mcdonagh e alla attrice protagonista  Frances Mcdormand.

Martin McDonagh ha vinto contro titani

Lady Bird, un frame

Insomma  a Los Angeles un vero trionfo di  Tre manifesti a Ebbing, Missouri che racconta la storia di una madre decisa a trovare l’assassino della figlia, e che comincia ad adottare metodi inusuali per farlo. Man mano anche contro la legge.

Il film di McDonagh  era candidato contro titani come The post di Steven Spielberg e The shape of water di Guillermo Del Toro, ma ha vinto da outsider, come ha fatto Lady bird, nella categoria miglior commedia o musical.

https://www.comingsoon.it/cinema/news/golden-globes-2018-tre-manifesti-a-ebbing-missouri-piglia-quasi-tutto-tutti/n74235/

About Valeria Gennaro

Giornalista, redattore di moda e beauty, cinema editor. Cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche.

Check Also

Kaepernick

Sarà Colin Kaepernick il nuovo testimonial della Nike

Dopo nomi popolari e di rilievo come Serena Williams, James LeBron, Odell Beckham Jr., Lacey …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.