L’ex inviato de Le Iene Mauro Casciari racconta, e si racconta, per un’estate di ripartenza con Estate Live 2020

Eclettico, uomo da palcoscenico e gran mattatore. Mauro Casciari è uno dei volti televisivi più amati: 9 anni al suo attivo con Le Iene, e tanti programmi e show con Radio Deejay, Edicola Fiore, MTV Italia e SkyTG24. Chiamato per conto di Rai Radio2 a condurre Estate Live 2020, prodotto da Gruppo Eventi in collaborazione con Rai Pubblicità, è un vulcano di sorrisi ed emozioni che ha dispensato al pubblico non solo durante le varie tappe del tour nelle diverse province campane, ma anche nelle due recenti serate svoltesi a Napoli, con Morgan guest star.

Per questo, gli abbiamo chiesto di raccontarci questa estate ricca di musica, spettacoli e voglia di ripartenza, sempre con il suo umorismo e la sua immancabile verve.

Mauro Casciari
Mauro Casciari e Fiorello

Tre “pregi” di Mauro Casciari?

Curioso, ottimista e… mangio di tutto. La curiosità è creatività, ed è alla base della mia vita professionale e non. Sono sempre stato molto attivo, e anche nei momenti peggiori ho avuto la forza di andare avanti. Forse proprio perché… mangio di tutto, e intendo da una cena agli avanzi di frigo, non mi faccio mancare nulla! Oggi esistono locali molto “diversificati”, ma non ho bisogno di andare a mangiare in un ristorante particolare per gustare un buon piatto.

Tre “difetti” che non avrebbe mai voluto ammettere?

Molto permaloso [ride, n.d.r.], tendo a ingrassare e… vivo benissimo da solo, per cui la convivenza con chiunque mi risulterebbe difficile!

Ti aspettavi di essere coinvolto in nuove iniziative anche d’estate?

Quando mi ha chiamato la Rai a metà giugno per fare un tour come quello di Estate Live 2020, ero incredulo perché pensavo che non ci sarebbe stata nessuna iniziativa, per cui sono rimasto piacevolmente sorpreso. Avevamo già fatto un’esperienza simile nei due anni precedenti, ma era diverso… Facevo programmi radio, e non c’era questa sensazione di ripartenza che, proprio per questo, ho accolto subito invece come una bella sfida. O un piccolo miracolo: davvero “eccezionale“, nel senso che è un’eccezione per chi, come me, ha visto e conosce la situazione dei colleghi vissuta nei mesi precedenti. La Campania è stata più veloce nel cambiamento, di questo bisogna darne atto.

Mauro Casciari
Mauro Casciari sul palco di Estate Live

Come sono state, dal tuo punto di vista, le tappe del tour?

A Mercogliano, in provincia di Avellino, c’è stata un’accoglienza veramente calorosa. Poi abbiamo preso la funicolare che porta al Santuario… è stata una bella esperienza, come anche a Vico Equense, Montesarchio, Cava de’ Tirreni, Caserta e nelle altre tappe, e devo ringraziare tutto lo staff per questa bella opportunità. A parte il tour, spesso sono in giro tra Umbria e Lazio, ma sono di base a Roma, dove da poco ho ingrandito il mio “studio di registrazione” domestico.

Prima o poi ti rivedremo a Le Iene?

Sono rimasto in contatto con tutti, colleghi e non solo, però quel che ho fatto l’ho già fatto… Quindi, se torno vorrei anche condurre e dedicarmi ad argomenti più “leggeri”. Durante i nove anni con Le Iene ho avuto anche esperienze di doppiaggio con cinema, teatro, e ora sto lavorando alla puntata zero di una fiction che, al momento, non sappiamo quando gireremo a causa del Covid… Ho fatto un po’ di tutto: con Fiorello stavamo preparando qualcosa di particolare per Viva Rai Play, un format che prevedeva 60 persone chiuse in una struttura di vetro… Ecco, al momento questo sarebbe impensabile. Comunque, dal 14 settembre potrete sentire la mia voce su Rai Radio2 dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 18, con il programma Numeri Uni“. Saremo anche sul web, e renderemo disponibili puntate da vedere, oltre che da ascoltare.

Chi è Mauro Casciari fuori dallo schermo?

Al momento, su TikTok sto interagendo con chi mi segue salutando tutti a suon di “Saluti cari da Mauro Casciari“… E mi dedico al running, anche se mangio molto e quindi non mi serve (!), ho una casa piena di LEGO (gioco di cui sono appassionato, ho delle edizioni particolari), e mi piace la campagna… non mi dispiacerebbe, un giorno, tornarci. Mio padre aveva un bel campo coltivato. Gusti musicali? Se dovessi proprio scegliere, Michael Jackson e Zucchero.

Qualche riflessione sul Covid e le prospettive per chi lavora tra radio e tv?

Con il Covid di mezzo, è tutto imprevedibile. Anni fa, immaginavo che avremmo affrontato qualche grossa crisi a causa della scarsità di petrolio, della mancanza di elettricità, della siccità… Pensavo a tutto, meno che ad una pandemia. Già dal 2001 in poi, voglio dire, con l’attentato terroristico, era cambiato il modo di approcciarsi, e le precauzioni prese in tutti gli ambiti, anche per effettuare un semplice viaggio. Oggi, alle azioni di prevenzione anti-terrorismo si sovrappongono quelle per il Covid: misurazione della temperatura, distanziamento. Ma abbiamo visto, attraverso le nuove generazioni, che quando è tutto troppo dà la nausea. Dopo la fine del lockdown, ho visto bambini contentissimi di uscire fuori, avendo vissuto una condizione estrema e noiosa. Gli utenti si stufano, all’inizio erano tutti attenti alle dirette Instagram, a queste videochat di massa, ma poi basta. L’importante è che, ora, tutti sanno come darsi una regolata.

Ed è cambiato anche il modo di fare radio: alcune trasmissioni le abbiamo condotte con i colleghi in studio e io a casa. Devo dire che, anche se è più bello stare vicini, il lato positivo è che le strade sono state meno intasate, e ne ha giovato la sostenibilità ambientale. E poi, c’è un discorso di costi: sono sempre meno gli sponsor per alcuni programmi in cui bisogna fare informazione, per cui non tutto ha un risvolto negativo se manteniamo comunque un buon servizio per gli ascoltatori.

Vuoi concludere con un messaggio alle nostre lettrici?

Certo… Aiutatemi! Sono un “cane” nel vestirmi, non sono per niente un’icona di stile, quindi mandatemi i vostri consigli!

Si ringrazia lo staff di Gruppo Eventi e Rai Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.