Il regista del nuovo “Dune” con cast stellare (Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson e Zendaya fra gli altri) ha spiegato alla rivista Empire il suo punto di vista sul risultato raggiunto dal precedente adattamento di “Dune” diretto invece da David Lynch nel 1984, e sempre basato sull’omonimo romanzo di Frank Herbert. Si tratta di una delle più recenti notizie che arrivano direttamente dall’universo di Dune proprio ora che i fan del genere fantascientifico sono in grande attesa dell’arrivo in sala del nuovo lavoro diretto questa volta da Denis Villeneuve la cui uscita nelle sale cinematografiche è fissata per il 17 dicembre 2020.

Dune, Villeneuve alla rivista Empire:”C’è ancora un film che dev’essere fatto da quel libro, solo… con una sensibilità diversa”

Fonte Instagram @dunemovie

Denis Villeneuve avrebbe rivelato a Empire il suo punto di vista sulla precedente trasposizione cinematografica di Dune realizzata dal maestro David Lynch nel 1984. “Quando vidi il suo Dune – ha chiosato il regista di “La donna che canta” e di “Blade Runner 2049” – mi ricordo che ero eccitato, ma il suo approccio… ci sono parti che amo e altri elementi con cui sono meno a mio agio. Diciamo che uscii  mezzo soddisfatto. Ecco perché mi sono detto: c’è ancora un film che dev’essere fatto da quel libro, solo con una sensibilità diversa”.

“Dune”, plot in pillole

Nel lontano futuro dell’umanità, il duca Leto Atreides accetta la gestione del pericoloso pianeta desertico Arrakis, noto come Dune, l’unica fonte della sostanza più preziosa dell’universo, “la spezia”, una droga che prolunga la vita umana, fornisce sovrumano livelli di pensiero e rende possibile il viaggio nello spazio pieghevole. Sebbene Leto sappia che l’opportunità è un’intricata trappola tesa dai suoi nemici, porta la sua concubina Bene Gesserit Lady Jessica, il giovane figlio ed erede Paul, e i più fidati consiglieri di Arrakis. Leto prende il controllo delle operazioni di estrazione delle spezie, rese pericolose dalla presenza di giganteschi vermi della sabbia.  Un amaro tradimento porta Paul e Jessica dai Fremen , nativi di Arrakis che vivono nel profondo deserto.

valeriagennaro@alpifashionmagazine.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.