La città di Varese sarà attraversata dal Lume dal sapere scientifico e dalla ferma volontà di profondere fiducia nell’attendibilità della scienza che pur non essendo infallibile rappresenta il pilastro fondamentale di alcune delle nostre certezze. Questo è il fil rouge di TEDxVarese che esordirà il prossimo 17 giugno con il tema: “Tornare a crederci“.

Ville Ponti, che è il luogo dove si svolgerà l’evento, aprirà le porte ad un pool di scienziati, docenti e divulgatori scientifici, delegati di amministrazioni e performer, ma anche persone comuni e rappresentanti dei territori si confronteranno sull’apertura verso il progresso, inteso come ricerca, sperimentazione ed innovazione. In linea con questi presupposti sarà utilizzato il TED, un modello prammatico di tecnologia applicata alla convegnistica, ideato da Vancouver che ogni anno riunisce insieme le migliori eccellenze mondiali nei diversi comparti per diffondere il loro sapere attraverso piattaforme TED, con un seguito di milioni di persone.

Questa tecnologia sarà applicata a Varese. Essendo il numero dei posti a sedere limitato a 100, gli incontri potranno essere seguiti in diretta attraverso l’installazione di video dislocati in vari punti della città. A questo scopo, fondamentale sarà il ruolo dei volontari che si prodigheranno per una migliore accoglienza logistica e una capillare diffusione attraverso i mezzi di comunicazione digitali. L’obiettivo è far uscire la scienza dalla chiusura dei laboratori e sdoganarne la apertura verso i diversi settori della vita pubblica a anche al mondo delle imprese.

L’evento, organizzato da David Mammano, licenziatario per TED e dal Giovanni Zenga nel ruolo di co-organizzatore, comincerà al mattino e si concluderà nel tardo pomeriggio. È reso possibile grazie alla partnership con Varese News, che quest’anno compie vent’anni di attività giornalistica a stretto contatto con il territorio, Acer Italia, Elmec Informatica e Savinelli, realizzato con il patrocinio della Commissione Europea – Joint Research Centre, della Provincia di Varese, del Comune di Varese, dell’Università degli Studi dell’Insubria e dell’Università LIUC Carlo Cattaneo.

Sedici relatori autorevoli porteranno sul palco della manifestazione le loro esperienze concrete ed empiriche trasformandosi in veri e propri speaker che parleranno ad una platea che non sarà squisitamente formata da luminari ma da un’opinione pubblica più estesa e meno settoriale. L’idea nasce con l’intento di  mettere in circolo il sapere affinché diventi non più solo strumento di relazione e di confronto tra specialisti, ma veicolo di comprensione, senza rinunciare alla sua rigorosa scientificità.

Tra i nomi che formeranno la rosa degli ospiti nomi internazionali cime Alan Belward, Earth observation scientist del Joint Reseach Centre della Commissione Europea di Ispra; Massimiliano Tarantino, Segretario Generale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Responsabile della Comunicazione Corporate e Relazioni Istituzionali del Gruppo Feltrinelli; Vittorio Cosma, noto artista, musicista, compositore e direttore artistico di numerosi festival; Marco Magnifico, Vice Presidente Esecutivo e membro del Comitato Esecutivo del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano; Silvio Revelli, CEO di Volta Robots, azienda di intelligenza artificiale per veicoli senza pilota; Michela Prest, fisico sperimentale delle particelle e professore dell’Università degli Studi dell’Insubria; Federico Visconti, rettore dell’Università Liuc; Roberto Andreoli, direttore della divisione cloud ed enterprise di Microsoft Italia e charity athlete di Suunto; Iolanda Pensa, Wikipediana, ricercatrice e responsabile generale del raduno mondiale di Wikipedia a Esino Lario ed Elisa Carnelli, attrice e drammaterapeuta e direttrice della compagnia di attori detenuti nella Casa Circondariale di Busto Arsizio. I nomi degli altri speaker verranno svelati nei prossimi giorni sul sito e all’interno dei canali social ufficiali di TEDxVarese.

I biglietti per poter partecipare all’evento previsto il 17 giugno a Ville Ponti verranno messi in vendita esclusivamente online a partire dal 17 maggio sul sito tedxvarese.com e su Eventbrite.

«Sono molto contento di essere riuscito a portare a Varese il format TEDx e poter offrire al nostro territorio un nuovo modo di raccontarsi e di ascoltarsi. Il tema scelto per questa edizione si presta a molteplici interpretazioni: ha in sé una forte idea di speranza, fiducia ma anche di attenzione alla dimensione umana e ancora di ripartenza economica. Può essere un invito coraggioso o un modo di porsi quando siamo chiamati a confrontarci con il presente per progettare il futuro anche quando tutto sembra difficile. TEDxVarese è un’occasione di confronto e ispirazione che sta già coinvolgendo tante persone», dichiara David Mammano.

«L’idea dietro TEDxVarese nasce molto prima che questo e-vento prendesse la forma di una conferenza in stile TED. Nasce dalla ricchezza di conoscenza, impresa e cultura che abbiamo avuto modo di conoscere sul territorio di Varese. Nasce anche dalla voglia di prendere questo patrimonio e renderlo fruibile. Nasce dalla passione per l’intelligenza, nelle sue molteplici forme, applicata al reale e presente nelle imprese, nelle università, nei rapporti umani, su di un palcoscenico», dichiara Giovanni Zenga.

Tra i promotori e partner dell’evento anche Varesenews che quest’anno compie vent’anni e organizzerà diverse iniziative che renderanno protagonista la propria comunità. «Tornare a crederci non è uno slogan. È una condizione che tiene uniti sentimenti e prassi. Per questo TEDxVarese è un’occasione importante per la nostra città e non solo. È stata già un successo. La risposta di centinaia di persone che in forma spontanea si sono fatte sentire dà l’idea di quanto sia importante mettere in circolo energia positiva. Varesenews è quindi onorata di far parte della squadra organizzativa», commenta Marco Giovannelli, direttore del quotidiano online.

Marianna Gianna Ferrenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.