Ho avuto il piacere di intervistare la modella italo-nigeriana Honey Anarkos, che ringraziamo vivamente per questa cordiale intervista.

Come ti definiresti in poche parole?

Determinata, anticonvenzionale, spirito libero.

Quando e come è nata la tua passione per fare la modella?

Ho iniziato a posare per caso, alcuni fotografi cominciarono a notarmi verso i 17 anni. All’inizio era solo un gioco per me, non avevo mai pensato a fare la modella, da piccola volevo diventare una rockstar.

Potresti darci una breve introduzione del tuo profilo professionale e stile di modella?

Sono una modella commerciale da 10 anni, spazio dalle pubblicità, ai cataloghi, spot, videoclip, calendari. Essendo anche una performer, sono molto versatile, l’unica cosa che non posso fare è l’alta moda… mi mancano i famosi 5 cm in più d’altezza!

Honey Anarkos

 

Cosa ti piace mostrare nel tuo portfolio?

Sono molto selettiva sulle pubblicazioni, i social sono diventati un vero e proprio biglietto da visita. Ormai i clienti chiedono sempre più spesso di vedere il profilo Instagram piuttosto che un book.

Hai un posto esclusivo o preferito per fotografarti?

Preferisco gli esterni rispetto al classico studio fotografico, li trovo molto più stimolanti, soprattutto quando il lavoro è lungo e non c’è un vero e proprio progetto dietro. Dopo un pò non sai più cosa inventarti in un metro quadro di sala pose.

Qual è stata la tua migliore esperienza professionale finora?

Come modella devo sicuramente citare la sfilata di Giuseppe Fata. Ho aperto il fashion show non solo sfilando, ma facendo una vera e propria performance di ballo. Indossavo una testa-scultura molto pesante e che mi impediva di vedere bene, oltre ad avere il corpo completamente dipinto dal bodypainter Maurizio Fruzzetti. È stato uno spettacolo unico, quando arte e moda si incontrano, non può che venir fuori qualcosa di speciale.

Io so che tu sei Vegetariana. In che senso?

Sono vegetariana da 15 anni, non mangio né carne né pesce. Sono molto sensibile al tema degli allevamenti intensivi. Nel mio piccolo, cerco di fare del bene per questo pianeta sempre più danneggiato dall’essere umano.

 

Quale sarebbe il tuo ruolo presso Honey Management e com’è l’atmosfera della tua squadra?

Mi sono messa in proprio 3 anni fa, creando Honey Management. Mi occupo di intrattenimento e organizzazione eventi, management artisti e modelli, oltre che a continuare io stessa il mio percorso di performer e modella. Ho un bel rapporto con i miei ragazzi, mi piace lavorare con assoluta professionalità, ma in un clima sereno e di divertimento: facciamo arte, e non possiamo intrattenere gli altri se noi per primi non siamo felici di ciò che stiamo facendo. Le persone hanno piacere a lavorare per me e con me: penso sia la vittoria più bella.

Quali sono i servizi esclusivi che offri alle persone che vogliono sapere di più sul tuo Honey Management?

Chiedi e ti sarà dato! Ho tantissimi performers e format, dallo spettacolo del fuoco, alle brasiliane, burlesque, cyr wheel, pole dance, aerial, pattinatrici, ballerini e modelli per tutti i gusti. Tutti professionisti con tanta esperienza alle spalle.

Per maggiori informazioni, come i lettori possono contattarti direttamente?

Possono scoprire il mio mondo su Instagram e Facebook Honey Management

www.facebook.com/honeymanagementitalia
www.instagram.com/honey.management

Cosa puoi dirci del tuo fotoshooting col fotografo Modenese Andrea Bassi?

Ho conosciuto Andrea ad un fotoraduno organizzato da Mauro Ballestrazzi nel 2018. È un grosso evento a cui hanno partecipato una 50ina di fotografi provenienti da tutta Emilia e non solo; i generi per cui posavo erano glamour e nude art. Ci siamo davvero divertiti quel giorno, e sono stata molto contenta di rivedere Andrea anche l’anno successivo: è una persona molto seria sul lavoro ma allo stesso tempo molto alla mano.

Quali sono i tuoi hobbies?

Mi piace tantissimo viaggiare. Per lavoro ero sempre fuori casa, in questo anno di Covid ho sofferto molto la staticità.

Quante lingue straniere parli?

Solo inglese. Anni fa, avevo cominciato a studiare giapponese in previsione di un mio trasferimento, ma è davvero difficile!!

Hai qualche progetto per il futuro?

Vorrei poter riprendere la mia attività a 360° il prima possibile, il settore dello spettacolo è stato duramente colpito. Ho ancora molto da fare. Per la mia vita personale, spero di diventare a breve mamma… anche più di una volta!

Per concludere: ringrazio vivamente la tua gentilezza e disponibilità per questa stupenda intervista su Alpi Fashion Magazine augurandoti tutto il meglio

Grazie Alejandro ed a Voi per l’ottimo lavoro su Alpi Fashion Magazine, alla prossima!

Posted and Interviewed  by Avv.Mg.Alejandro Di Noto.(Argentina).

Qual è la tua reazione?

emozionato
0
Felice
1
Amore
0
Non saprei
0
Divertente
0
Alejandro Di Noto
Nato in Argentina nel 1975 di origine italiana. Si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università Argentina de la Empresa. Di professione avvocato indipendente. Master conseguito in Ingegneria dell'Innovazione presso l'Università di Bologna ed anche esperto ICT per Marketing ed Innovazione Industriale con alta formazione presso l'Università di Bologna, con progetto aziendale di stage sul settore marketing dell'industria del beachwear italobrasiliano. Poliglota. Libero Docente di Lingue Straniere. E' stato speaker e produttore di programma radio culturale per la comunità italiana in Argentina. Diplomato ed appassionato di ufologia, metafisica, parapsicologia ed ontosofía. Libero scrittore di articoli culturali, fashion, glamour, turismo e misteri della vita e dell'Universo. email: alnot20@yahoo.com.ar

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:Interviste