Home / Interviste / Intervista alla cantante e musicista Daniela Bessia

Intervista alla cantante e musicista Daniela Bessia

È stato un piacere aver potuto intervistare la famosa cantante, compositrice, musicista e attrice italo-argentina Daniela Bessia, famosa in Cina come Ãn Dá 安达 che ringrazio vivamente per questa breve e cordiale intervista.

Come ti definiresti personalmente ed artisticamente?

Personalmente mi definirei una persona molto sensibile e forte allo stesso tempo. Ricordo che non mi piacevano i cambiamenti, ma la vita mi ha dato così tanto che mi piacciono adesso. Amo la famiglia e trovo la bellezza nelle cose semplici. Mi piace dire la verità ed essere in grado di inspirare le altre persone per il meglio. Ma soprattutto mi definisco come qualcuno diverso che è alla ricerca della sua strada. Artisticamente sento di essere molto versatile, con una grande capacità per tutto ciò che ha a che fare con l’intrattenimento. Durante la mia carriera ho lavorato in film, pubblicità, concerti musicali e tour con grandi musicisti, per i quali ho acquisito una grande capacità creativa e di adattamento.

Quando e Come è nata la tua passione per la musica e la danza?

Da bambina ho sempre avuto una propensione verso l’arte, rendendomi conto che mi piaceva fare musica. Le tante esperienze che ho raccolto hanno fatto si che l’arte mi piacesse sempre di più, non importandomi in che parte del mondo fossi. Allo stesso tempo ho capire come stava diventando la mia passione e il mio destino. Dico sempre che corro con serietà dato che oggigiorno l’arte e l’intrattenimento sono il mio lavoro quotidiano. Cos’altro potrei chiedere? Mi piace sempre raccontare di quando sono arrivata in Cina grazie ad una borsa di studio per imparare la lingua cinese presso l’Università di Shanghai attraverso il governo cinese. Per via del mio forte impegno nello studio ho dovuto sospendere ogni attività artistica; ma durante un evento d’arte organizzato dall’Università mi è capitato di partecipare e cantare con una canzone in cinese. Ora il padre di uno studente presente all’evento, regista del programma TV La voce della Cina, vedendomi cantare ha chiesto di volermi come ospite speciale per la sua terza stagione. Il programma ha avuto un tale successo che da allora in poi non ho smesso di essere invitata ad altri programmi di alto livello in Cina. Fortuna, passione, destino? Non lo so, Io soltanto ringrazio la vita per queste esperienze che mi hanno portato a scoprire la mia passione per l’arte in tutti i suoi sensi.

Oggi sei considerata come la voce famosa italo-argentina ed il tuo lavoro  artistico odierno unico in tutta la Cina. Quale sarebbe la tua opinione in oggetto?

Innanzi tutto, per me è un onore che un paese così grande e diverso come la Cina mi abbia accolto in questo modo, con tanto riconoscimento. Sono molto grata per tutte le belle parole che ho ricevuto sia dalle giornali e canali nazionali, sia dalle famose icone della Cina. Ho sempre nella mia mente le parole della mia insegnante “Ana”, lei, essendo una Cinese che vive in altro paese, ha detto: “Daniela ricorda sempre che una volta arrivata in Cina non sarai solo Daniela, rappresenterai il tuo paese e la tua cultura. E tutti i Cinesi penseranno che tutti gli Argentini e gli Italiani sono simili a te”. Rispetto molto le parole della mia insegnante, e potrei dire che molti dei miei risultati sono merito di quelle parole. Ogni volta salgo su un palcoscenico dove sarò vista da miliardi di persone, darò sempre il massimo per rappresentare, mostrare e insegnare la bellezza della nostra cultura.

Sei stata nominata tra “Le 10 migliori celebrità di Shangai Expat –Top 10 Shangai Expat”. Puoi spiegarci di che si tratta questa riconoscenza per il tuo lavoro internazionale?

Il premio ha il nome di Shanghai Excellence Award È stata un’esperienza indimenticabile che mi ha ispirato a migliorare ogni giorno di più. Il quotidiano ufficiale di Shanghai il Shanghai Daily, e la televisione ufficiale di Shanghai la International Channel Shanghai ICS, insieme al sostegno del Governo di Shanghai hanno premiato 10 stranieri come i “10 migliori stranieri della città che hanno aiutato Shanghai ad essere una  città migliore“. Shanghai ha una popolazione di oltre 24 milioni di persone e, dopo mesi di votazioni e con oltre 10 milioni di voti, sono stati selezionati 10 vincitori. Tra loro consoli, architetti che hanno contribuito al paesaggio urbano, e nel mio caso per il grande scambio artistico-culturale con la città e la mia rappresentazione della città in tutto il paese asiatico.

La prestigiosa Cina TV Centrale ti ha consegnato un premio molto speciale. Come hai vissuto quel momento?

La verità? La notizia è stata spettacolare e inaspettata!?! Il canale nazionale mi ha chiamato per rappresentare una performance della provincia di Hunan dove ho dovuto cantare, ballare e recitare. Questa volta non solo ho dovuto cantare in un’altra lingua, ma ho dovuto farlo nel dialetto di quella provincia. Una sfida per me. Quando ha finito la mia esibizione e ricevuto il ​​premio, ho capito che si trattava di un premio onorario per la promozione della cultura nazionale cinese e firmato da: The National Television of China con trasmissione internazionale; La Scuola nazionale delle arti teatrali della Cina e il gruppo riconosciuto di arte nazionale della diffusione artistica su gran scala del sistema radiofonico, cinematografico e televisivo cinese.

Potresti raccontarci brevemente il contenuto del tuo  recente album musicale?

Alcune versioni sono già disponibili a livello internazionale, come “I’m Here” e “Crazy“; canzoni che ho composto nel 2017 come se fossero caduti dal cielo, o “Ciò che voglio più“, un atesto che ho scritto quando avevo 16 anni rispolverando il grande musicista Andy Santana Bass; più alcune copertine che in generale sono richieste dalle produzioni e dalle riprese per la televisione. Le canzoni possono essere trovate su tutte le piattaforme musicali come spotify, deezer, itunes, ecc. e molte novità presto in arrivo. Nel mio caso faccio tutta la composizione, la produzione, la distribuzione e il marketing della mia musica, quindi c’è molto lavoro da fare. Fortunatamente ho l’aiuto professionale di Andy Santana Bass nella produzione musicale, arrangiamenti e parte della composizione come menzionato sopra. Il 2017 è stato un anno molto buono, sono stata una delle poche straniere che può portare le proprie canzoni originali sulla televisione nazionale in Cina, in tour in tutta l’Asia e le canzoni sono classificate nelle migliori playlist di piattaforme cinesi come QQ Music e Baidu Music. Come sempre ringraziamo tutti i fan che sono il cuore di questo percorso. C’è ancora molto altro in arrivo, ma è qualcosa che amo fare. Desidero per il 2018 di poter cantare singoli in italiano per la bellissima Italia.

Qual’è il tuo legame con l’Italia?

Come molti anni fa, molti italiani sono venuti in Argentina per creare un nuovo mondo. Questo è il caso della mia bellissima nonna, Eduvige Merlin, che, nonostante avesse una vita meravigliosa a Buenos Aires, non ha mai dimenticato la sua bella Italia. Così oggi mia madre vive in provincia di Verona realizzando il sogno di mia nonna di tornare un giorno a casa! Oggi dalla Cina vado in vacanza in Italia per visitare mia madre e la mia famiglia. Ho sempre la sensazione che questa situazione sia un po’ difficile dal momento che siamo una vera famiglia e ho metà della famiglia in un continente, l’altra metà in un altro e vivo nel terzo continente. Per fortuna oggi grazie a internet e alle comunicazioni tutto è più facile, e grazie alla TV cinese che mi fa sempre inviare un saluto per tutta la famiglia, questo mi fa sentire più vicina ai miei cari.

Perché hai scelto la città di Shangai per stabilirti in Cina?

La verità che è stata la fortuna del destino, i miei piani erano di finire il conservatorio di musica nella città di Buenos Aires, quando sono stata selezionata dal governo cinese attraverso l’Ambasciata per concedere una borsa di studio per studiare il cinese mandarino nella città di Shanghai. Ricordo quando dissi alla mia famiglia che gli piaceva l’idea, ma allo stesso tempo era qualcosa di sconosciuto e molto lontano. Quando arrivai a Shanghai, non avrei mai immaginato che fosse una città così bella, internazionale e tecnologica. Da tutti questi profondi cambiamenti ho imparato a smettere di pianificare la mia vita e lasciare che la vita mi guidi.

Puoi donarci una frase rifflesive o un messaggio spirituale tipico Cinese attuale per i lettori di Alpi Fashion Magazine?

Di solito ricordo e menziono una frase di Confucio che dice: “Dovunque tu vada, vai con il tuo cuore”. Come tutti sappiamo, Alpi Fashion Magazine raggiunge molti, molti angoli del mondo aggiungendo che giorno dopo giorno è più facile per le persone viaggiare e imparare nuovi mondi come nel mio caso. Questa frase mi accompagnerà lungo il cammino e comprenderà i nuovi orizzonti con più amore e più comprensione.

Essendo di nazionalità argentina, cosa significaper te essere famosa in Cina?

Ho sempre la sensazione che i risultati siano il prodotto della persona piuttosto che il luogo in cui si verificano. Ricordo la mia vita in Argentina con grande felicità, non me ne sarei mai andata se non fosse stata per la borsa di studio cinese come un dono dal cielo. Si presumeva che la borsa di studio sarebbe durata solo un anno e dopo l’anno sarei tornata a Buenos Aires per finire la mia carriera e continuare il mio lavoro in Argentina, cosa che mi rese molto felice. Ma la mia esperienza personale in Cina ha iniziato a crescere e crescere e la situazione è cambiata senza una pianificazione. Piano piano, con i miei piccoli risultati in Cina, ho potuto contare sul riconoscimento del mio paese in diverse occasioni, come gli articoli dei più famosi giornali e riviste del paese, così come le chiamate internazionali in diretta per le stazioni radio argentine. molto emozionante per me, così come il sostegno e la promozione della mia immagine dal consolato argentino a Shanghai a cui sono molto grata. Gli argentini in Cina sono pochi, direi, e sia per la Cina che per l’Argentina il fatto che abbiamo questo grande scambio culturale porterà sempre a una migliore comprensione tra i due paesi. Mi è stato detto dall’ufficio del turismo di Buenos Aires che il turismo cinese è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni, rendendo l’Argentina la principale destinazione per i turisti cinesi in Sud America con una tendenza crescente. Anni fa ho insegnato e mostrato alla televisione nazionale cinese la bellezza del paese argentino con tutta la sua ricchezza e biodiversità naturale e il suo fascino culturale. Quindi per me significa una sfida, una grande avventura ma ancora più importante una grande responsabilità.

Qual’è stata la tua migliore esperienza professionale ?

Direi che quasi tutti i nuovi progetti in cui ho dovuto vivere esperienze che non sono state apprese in nessuna scuola. Soprattutto quando lavoro per documentari di turismo internazionale e programmi di intrattenimento in cui sono ospite, in cinese, inglese o spagnolo, nonché nella rete televisiva nazionale cinese spagnola CCTV. Nel 2017 ho filmato una serie TV con oltre 4 miliardi visto in meno di una settimana, è stato impressionante per me; film che usciranno nel 2018; con la banda di musica in tutta l’Asia; i programmi a cui sono invitata durante l’anno; i concerti; la collaborazione degli sponsor; ecc. e tutti questi risultati senza alcun agente o compagnia di artisti. Tutto a parola, grazie alla fiducia dei registi, alle raccomandazioni dei progetti precedenti e alle persone ovviamente. Ogni risultato è totalmente mio, e mi fa sentire al 100% proprietario di tutte le mie decisioni nell’esprimere la mia immagine e la mia persona. Ricordo un momento della mia esperienza professionale in cui mi sentivo così felice che il mio cuore ha quasi lasciato il mio corpo, e fu allora che la National TV della Cina mi fece cantare per la prima volta le mie canzoni originali, e non solo, ma il regista Mi si avvicinò e disse: “ÁnDá (come mi chiamano in Cina) sai che in questo programma sarai vista da miliardi di persone? Ma come esperienza professionale, la migliore, è stata quando ha iniziato a comporre la canzone tradotta in cinese.

Quante lingue straniere parli?

Io parlo, amo parlare e amo la comunicazione, che lingue parlo? Una risposta facile potrebbe essere, nel bene e nel male: spagnolo, inglese e cinese mandarino o come dicono i cinesi “Putonghua”, comprendendo quasi tutte le lingue latine come l’italiano portoghese ma senza parlarne. Posso dire che, dal momento che vivo in Cina, ho imparato a comunicare con ogni persona che conosco, indipendentemente dalle lingue che parli. Le capacità di sopravvivenza che si acquisiscono lontano da casa sono infinite. Ad esempio, in Cina ci sono quasi 300 diverse lingue parlate, e grazie al fatto che ho avuto la possibilità di visitare molti posti per concerti e riprese, sono stata in grado di conoscere posti in cui le persone di quella regione non parlano cinese mandarino o inglese, tuttavia la comprensione e lo scambio culturale raggiunto tra le due parti fu un grande successo. Che lingua è? Sto ancora cercando la risposta.

Hai progetti per il futuro?

In questi momenti cerco la mia squadra, il tempo scorre molto velocemente e dobbiamo essere preparati. In primo luogo durante questi mesi continueremo con la presentazione di tutta la nuova musica che è già pronta per il suo lancio, ma per finire le nuove composizioni in cui lavoro. Nel 2018 sono già stati confermati numerosi programmi televisivi, concerti, nuovi film, documentari e tournée con la band in cui suoniamo la nostra musica originale in tutta l’Asia. Quello che mi ha più emozionato è che stiamo confermando in un paio di mesi un viaggio in Italia per visitare mia madre e la mia famiglia, oltre a confermare alcuni progetti che stanno già iniziando in Europa.

Per concludere: Ringrazio vivamente la tua gentilezza e disponibilità per questa stupenda ed interessante intervista per Alpi Fashion Magazine e ti auguro tutto il meglio?

La verità, è un piacere per me Alejandro avere il tuo sostegno e questa grande opportunità per essere in grado di avvicinarmi alle mie radici originali. Viva la Bella Italia ed il mio più profondo affetto per tutti gli italiani dalla Cina!

Posted, Interviewed and Translated to Italian by Avv.Mg.Alejandro Di Noto (Argentina).

www.BDaniela.com

Patreon: https://www.patreon.com/DanielaBessia

FaceBook: https://www.facebook.com/bdanielaofficial

WeiBo: http://www.weibo.com/bdaniela

Twitter: https://twitter.com/DanielaBessia

Instagram: instagram.com/danielabessia

MySpace: https://myspace.com/danielabessia

Youku: http://i.youku.com/u/UMzg0MjUxNzM2

Youtube: https://www.youtube.com/user/BDanielaOfficial

LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/bdanielaofficial

Tumblr : https://danielabessia.tumblr.com

Flickr: https://www.flickr.com/photos/bdaniela/

Pinteres: https://www.pinterest.com/danielabessia/

SoundCloud: https://soundcloud.com/daniela-bessia

Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Daniela_Anahi_Bessia

Baidu 百度百科 (china wiki): http://baike.baidu.com/subview/30440/5134980.htm

 

 

About Alejandro Di Noto

Nato in Argentina nel 1975 di origine italiana. Si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università Argentina de la Empresa. Di professione avvocato indipendente. Master conseguito in Ingegneria dell'Innovazione presso l'Università di Bologna ed anche esperto ICT per Marketing ed Innovazione Industriale con alta formazione presso l'Università di Bologna, con progetto aziendale di stage sul settore marketing dell'industria del beachwear italobrasiliano. Poliglota. Libero Docente di Lingue Straniere. E' stato speaker e produttore di programma radio culturale per la comunità italiana in Argentina. Diplomato ed appassionato di ufologia, metafisica, parapsicologia ed ontosofía. Libero scrittore di articoli culturali, fashion, glamour, turismo e misteri della vita e dell'Universo. email: alnot20@yahoo.com.ar

Check Also

Parchi da Amare

Parchi da Amare Il primo salone dedicato alle Aree Naturalistiche italiane

Dal 23 al 25 novembre il Lingotto Fiere di Torino ospiterà Parchi da Amare, la …

2 comments

  1. This looks huge! It’s evident by the fact that we now see countries like India and China leap frog generations of western technology and even inventing their own way! Looking forward to be there soon!

  2. Me encantó la nota, clara y concisa.
    Es un placer ser representada como argentina por una artista tan excepcional.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.