Home / Regioni / Basilicata / David Gilmour arriva nei cinema d’Italia e della Basilicata
David Gilmour,film Pink Floyd,cinema basilicata

David Gilmour arriva nei cinema d’Italia e della Basilicata

Il 7 e 8 luglio 2016 David Gilmour, quarantacinque anni dopo l’esibizione “Pink Floyd Live at Pompei” alle pendici del Vesuvio, registrata e trasmessa in tutto il mondo da Adrien Maben, la rock star si è esibita in due concerti spettacolari nell’altrettanto epico anfiteatro di Pompei, un proscenio carico di storia antica mista alla tragedia di quell’eruzione che molti secoli addietro provocò milioni di vittime, seppellendo viva intere città, da Ercolano alla stessa Pompei.

Una esplosione di suoni e vibrazioni di ben altra natura fluirono dalle corde della chitarra elettrica di un gigante polistrumentista, autore di testi meravigliosi come Gig In The Sky da The Dark Side Of The Moon, da solista, senza i leggendari Pink Floyd. Il film comprende i best momenti del concerto di luglio 2016 che ha emozionato il mondo intero, girati in 4K dal regista Gavin Elder e proposti al cinema in Dolby Atmos. Una retrospettiva di effetti speciali.

David Gilmour,cinema,film Pink Floyd,live pompei,spettacolo a pompei,musica dal vivo a pompei,concerto a pompei

Su www.nexodigital.it c’è un elenco di tutte le sale cinematografiche in sui la pellicola sarà trasmessa, in collaborazione con i media partner Radio DEEJAY e MYmovies.it

In Basilicata aderiscono i seguenti cinema BASILICATA Matera, Uci Red Carpet, ATMOS BASILICATA e Potenza Don Bosco.

Il formato d’immagine 4K regala al pubblico la più alta definizione oggi disponibile al cinema, con una risoluzione quattro volte superiore rispetto alle normali proiezioni digitali 2K, in cui oltre 8.6 milioni di pixel su schermo assicurano la riproduzione fedele di ogni singolo dettaglio.

Il sistema audio Dolby Atmos indirizza lo spettatore verso una proiezione virtuale, in 3D, di suoni reali scongiurando ogni perplessità legata ai  limiti del tradizionale audio multicanale 5.1 o 7.1, un ambiente in cui fino a 64 diffusori distribuiti su ogni lato della sala, soffitto incluso, vengono gestiti in modo autonomo da un processore audio.

Marianna Gianna Ferrenti

Di Marianna Gianna Ferrenti

Sono una giornalista pubblicista lucana. Dopo alcune esperienze sul territorio, ho allargato gli orizzonti, affacciandomi nel 2012 al mondo del social journalism. Laureata magistrale in Scienze filosofiche e della comunicazione, dopo un corso di Alta Formazione in Graphic Design ed Editoria digitale, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, ho arricchito il mio background con competenze tecniche nell’ambito della scrittura digitale

Leggi anche

Kendall Jenner

Kendall Jenner, la modella più pagata al mondo grazie a 85 milioni di follower Instagram

Come si comunica la moda nel 2017? La risposta è quantomeno scontata: si comunica attraverso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.