Home / Fotografia / Albert Watson racconta il mondo femminile nel nuovo calendario Pirelli 2019
Albert Watson

Albert Watson racconta il mondo femminile nel nuovo calendario Pirelli 2019

Dal 1963 ad oggi, il calendario Pirelli è tra le risorse pregiate del nostro Paese che viene raccontato con attenzione sottolineandone l’orgoglio patriottico. Lontano dallo stereotipo della perfezione, The Call 2019, il nuovo prodotto Pirelli, stupisce ancora rimanendo al passo con i tempi e mettendo al centro dell’obiettivo le donne e le loro contraddizioni, esempi unici e veri visti però da un’altra prospettiva più profonda.

Sempre donne “stupende” nella loro massima estrema di bellezza, le protagoniste del calendario. Donne che raccontano storie al di la della iconica immagine della donna oggetto. Un nuovo simbolo per una nuova visione di donna.

Il calendario di Albert Watson si ispira al “metoo”, prendendone solo il lato migliore, e rispecchia un retroscena femminista, al punto giusto che non guasta mai, senza eccedere.

Tra le protagoniste Gigi Hadid, Laetitia Casta, Julia Garner, Misty Copeland, già estremamente belle, oggi nel calendario Watson le ritrae con una maggiore sfumatura. Si tratta di donne forti le sue, impegnate, ferite ma socialmente attive e combattenti per raggiungere i loro obiettivi, sogni e passioni: Dreaming il mood del progetto.

Backstage Pirelli The Cal by Albert Watson

Ciascuna delle quattro protagonisti ha una sua individualità, uno scopo determinato nella vita ed un singolare modo di agire e comportarsi. Tutte e quattro sono concentrate sul futuro.

Il tema principale è quello dei sogni e si racconta attraverso piccoli film. Questa la storia di Misty Copeland la prima artista afroamericana nominata Principal all’American Ballet Theatre in 75 anni e diventa una spinta motivazionale che va al di là della raffigurazione del suo corpo scolpito, considerato anche troppo muscoloso per un  étoile tra l’altro.

Gigi Hadid veste i panni di un araba fenice, simbolo della rinascita (dopo la fine di una storia d’amore) Julia Garner e Letitia Casta invece il desiderio di essere legittimate nel lavoro (la prima come fotografa la seconda come pittrice)

L’obiettivo del fotografo è far si che le persone capiscano la sua esigenza di fare fotografia pura, esplorare le donne che hanno partecipato al progetto e creare una situazione positiva delle donne di oggi.

Laura Savini

About Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

Check Also

Matera, fino al 31 luglio sarà visitabile “La secretissima camera de lo Core”

“La secretissima camera de lo Core”, nel weekend l’apertura di un nuovo labirinto interattivo che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.