Home Regioni Basilicata Venosa, studiosi internazionali in visita alle catacombe ebraiche

Venosa, studiosi internazionali in visita alle catacombe ebraiche

Venosa

“Terre Aristeo”: studiosi internazionali in visita alle catacombe ebraiche di Venosa

Venosa, TripAdvisor

Si è svolta a Venosa una visita scientifico – culturale. Infatti la città di Orazio è stata raggiunta da una delegazione di studiosi internazionali e storici. Tra questi spiccano il professor Steven Fine dell’ Università Santa Barbara (California) , storico di ebraismo, il professor Samuele Rocca di Gerusalemme (Università Ebraica Gerusalemme), il prof. Ariel Samuel Lewin dell’Unibas (Dip. Scienze Umane) il quale ha ottenuto il suo dottorato alla Hebrew University di Jerusalem, ospite del Distretto di Turismo Rurale “Le Terre di Aristeo”, accompagnati dall’a.d. del Distretto Saverio Lamiranda e dalla coordinatrice di Agorà, Rosa Gentile.

La mission è quella della valorizzazione del patrimonio storico-culturale-religioso-artistico di Venosa

Lo scopo della visita – come si legge ancora nella nota diffusa dagli organizzatori – è valutare iniziative ed attività per la valorizzazione culturale e turistica del patrimonio storico-culturale-religioso-artistico di Venosa nell’ambito del programma del Distretto“.

“Le catacombe ebraiche di Venosa forniscono il miglior spaccato della società ebraica meridionale dei secoli IV e VI d.C.”

Le catacombe ebraiche di Venosa, Guide superEva

I ricercatori internazionali hanno visitato le catacombe ebraiche che costituiscono un’importante testimonianza archeologica. Perché “forniscono il “miglior spaccato della società ebraica meridionale” dei secoli IV e VI d.C. E documentano il livello di integrazione e di partecipazione della comunità ebraica nella vita pubblica locale. Il grado di integrazione è testimoniato anche dalla “contaminazione” con l’onomastica della società non ebraica. E dal livello sociale relativamente elevato occupato da alcune famiglie ebraiche di Venosa. All’attenzione degli studiosi la documentazione della pacifica convivenza con la comunità cristiana e pagana della città. Come testimoniano l’adozione di nomi greci e latini da parte di ebrei, fino a quando, nel 438, le leggi romane, esclusero dagli onori civili chi confessava la religione giudaica.

La visita scientifica precede un programma di manifestazioni e convegni di studio internazionali

La visita scientifica prelude ad un programma di manifestazioni e convegni di studio internazionali. “Segna anche l’avvio dell’attività del Distretto quale modalità innovativa di governance territoriale. Utile per il progresso anche economico delle Comunità Locali, in quanto sistema pubblico economico – sociale di gestione decentrata nell’ambito del quale la presenza e la partecipazione della componente privata è essenziale“.

Il programma condiviso da amministratori del Distretto e dagli studiosi si pone in sinergia con le iniziative di Matera 2019

“Si lavora perché le presenze a Matera di cittadini di fede ebraica abbiano l’opportunità di proseguire il percorso culturale con la visita alle catacombe ebraiche di Venosa. E all’intero patrimonio culturale e storico del comprensorio, cogliendo in pieno le opportunità generabili da Matera, capitale della cultura europea 2019. Per l’ampliamento e la realizzazione di una nuova accoglienza di qualità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.