La Spesa Sospesa Poetica è un dono materiale e culturale, per superare insieme l’emergenza virus

Nasce a Salerno la “Spesa Sospesa Poetica”, il progetto promosso dall’associazione culturale Poesie Metropolitane con Lipu Salerno, Rete dei Giovani per Salerno e Legambiente Campania, in collaborazione con la rete di supermercati Pick up e Qui Discount.

Spesa Sospesa Poetica
Logo dell’associazione culturale “Poesie Metropolitane”

Tutti conosciamo la tradizione del “caffè sospeso“, nata a Napoli come abitudine filantropica e solidale. Secondo l’usanza, i clienti dei bar lasciano un caffè pagato a chi ne avrà bisogno. In tempi recenti, l’idea si è estesa ad altre iniziative, con lo stesso concetto di fondo: donare qualcosa al prossimo.

Il progetto, infatti, vuole offrire supporto a tutte le persone e famiglie che, a causa della sospensione delle attività lavorative, stanno vivendo difficoltà che si riversano anche sulla spesa quotidiana.

L’obiettivo della “Spesa Sospesa Poetica” è sostenere i cittadini non solo donando la qualcosa della propria spesa, ma anche un gesto poetico. Insomma, un’attività solidale, sempre aperta ad adesioni da parte di associazioni e volontari.

Donare è un atto poetico

La spesa, collocata nei carrelli all’ingresso dei supermercati, è segnalata dalle locandine dell’iniziativa. I volontari vigilano sullo svolgimento delle attività. Inoltre, l’associazione Poesie Metropolitane regala a donatori e riceventi anche poesie su calamite, segnalibri, calendari e agende. Così, la poesia diventa un mezzo per diffondere gentilezza, con versi che parlano al cuore di tutti.

Ogni giorno, i beni raccolti vengono portati nella Parrocchia di Gesù Redentore a Salerno e distribuiti alle famiglie bisognose.

Spesa Sospesa Poetica

Per aderire è possibile contattare l’associazione culturale Poesie Metropolitane all’indirizzo email: poesiemetropolitane@gmail.com

Articolo precedenteSe anche le pietre suonano…
Articolo successivoCandidato vaccino per il SARS-CoV-2 mostra risultati positivi sugli animali
Laureata in Pubblicistica e Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Salerno, specializzata in programmazione e gestione d'interventi per gli archivi e le biblioteche digitali, dal 2008 collabora con stampa locale e giornali online. Già docente di scrittura creativa ed esperta di comunicazione digitale, lavora come giornalista e content creator. Impegnata con l'associazione Felix Cultura e altre no-profit, ha vinto numerose competizioni artistico-letterarie a livello nazionale. In passato ha pubblicato una raccolta di poesie con Aletti Editore ("Ali di Gabbiano", Roma 2008) e due ebook, una fiaba e un saggio, con Edizioni Il Pavone ("Liberami da questo libro!", 2010 - "Tim Burton e il Catalogo delle Meraviglie", 2013). Su Instagram ha un account dedicato a libri e moda: seguila su @fashionreaders_books

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.