Home Eventi Pitti Uomo 92: le presenze in calendario

Pitti Uomo 92: le presenze in calendario

Tante le novità per la prossima PE2018 cosi come gli eventi che vedono tra i protagonisti Riccardo Scamarcio e Lapo Elkann.

Firenze, sempre lei.

Parte la 52esima edizione del Pitti nella location ufficiale della Fortezza da Basso. In parallelo le novità dedicate all’uomo del futuro.

Tante le novità, alcune molto stravaganti ma interessanti e da scoprire.

Alla Fortezza da Basso i buyer e i giornalisti più affermati si ritrovano puntualmente  con i personaggi più noti, dai campioni sportivi alle star dello spettacolo, e i famosi Pitti Peacocks, eccentrici ed estrosi esibizionisti che danno in pasto ai fotografi i loro studiatissimi outfit, aggiungono la giusta dose di folklore e di colore alla manifestazione.

La  manifestazione si apre con la cerimonia d’ordinanza presso il Salone Cinquecentesco di Palazzo Vecchio, location dove è stato annunciato anche  il vincitore di Who Is On Next? Uomo: progetto di scouting nato per valorizzare i nuovi talenti italiani, organizzato da Fondazione Pitti Immagine Discovery e promosso da Pitti Immagine Uomo in collaborazione con AltaRoma e L’Uomo Vogue, che questa stagione ha premiato la moda minimalista dello stilista bolognese Luca Magliano.

Nello specifico: al Museo della Moda e del Costume di Palazzo Pitti viene  inaugurata la mostra The Ephemeral Museum of Fashion curata da Olivier Saillard e prodotta da Pitti Discovery, Gallerie degli Uffizi e Palais Galliera.

In città arriva lo stilista Christian Louboutin, per svelare il suo special project.

In fiera invece  Riccardo Scamarcio, l’attore pugliese sorridente e divertito è l’ospite specialissimo del brand F**K, e Federica Nargi, l’ex velina è ospite dello stand di calzature Mizuno 1961.

Di rilievo, Lapo Elkan, con la sua prima uscita pubblica a Pitti dove presenta in veste da protagonista tutte le novità del suo marchio.

Tante quindi le novità da scoprire…

Laura Savini

Articolo precedenteMostra fotografica “Tracce di vita messe in scena” di Gianluigi Serravalli
Articolo successivoCiao Carla…
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.