Home / Regioni / Basilicata / Il Materano, terra di vita, in una Basilicata meravigliosa da scoprire

Il Materano, terra di vita, in una Basilicata meravigliosa da scoprire

La Basilicata ha un patrimonio paesaggistico e culturale di inestimabile valore che oltre ad essere tutelato, dovrebbe essere va valorizzato. Ed è per questo che l’Apt, già da diversi anni ha avviato una capillare attività di promozione del territorio attraverso il portale “Basilicata Bella Scoperta”, allo scopo di far conoscere le perle storiche, culturali ed architettoniche incastonate fra le rocce delle case-grotta di Matera, già patrimonio Unesco e Capitale Europea della Cultura 2017. Le Chiese rupestri, i Palazzi in stile barocco, le cripte ipogee, le iconografie bizantine raffiguranti la Vergine e i profili di Santi sono la testimonianza primigenia delle origini dell’umanità e dei primi insediamenti dell’uomo sulla terra.

A Matera e in tutto l’hinterland della Murgia, migliaia di visitatori ogni anno vengono per ammirare i simboli religiosi ed antropologici che affondano le loro radici in scenari biblici come i cenobi brasiliani, dove gli antichi contadini celebravano i loro riti religiosi oppure venivano considerato come rifugio o dimore per le anime che cercavano il ristoro spirituale e il distacco dalla mondanità.

Parco della Murgia Edit by basilicatanet.com

Per comprendere quale significato ancestrale hanno per le comunità che abitano borghi come Montescaglioso, Miglionico, Irsina, Grassano, Pomarico e Grottole e per i migliaia di turisti che ogni anno vi soggiornano è importante immergersi nelle raffigurazioni delle pitture parietali del materano, come La Madonna delle Croci (Matera), il dipinto di San Nicola all’Ofra, la Madonna di Monteverde, le cripte di Sant’Eustachio, e molte altri affreschi che decorano il Parco Archeologico Storico Culturale delle Chiese Rupestri.

Matera, affresco della Madonna delle Croci

Qui registi come Mel Gibson, con La Passione di Cristo, oppure Pier Paolo Pasolini con Il Vangelo Secondo Matteo hanno trovato ispirazione, utilizzando i paesaggi naturali come anfiteatro per le loro narrazioni. Dal punto di vista architettonico Il Materano annovera anche costruzioni che risalgono all’Alto Medioevo e che culminano negli albori rinascimentali, come i comuni di Miglionico ed Irsina, dove nella Chiesa di Santa Maria Maggiore si ergono bassorilievi e sculture lignee come la Vergine in Trono con bambino e San Giovanni Battista, del XVI secolo. E ancora la scultura in pietra di SantìEufemia, la cui paternità autoriale è affidata all’artista Andrea Mantegna e prima ancora gli affreschi nella cripta della Chiesa di San Francesco che risalgono al secolo 1300. Questo è solo uno scorcio di realtà storico-culturale che si può visitare in questa terra meravigliosa!

Marianna Gianna Ferrenti

Di Marianna Gianna Ferrenti

Sono una giornalista pubblicista lucana. Dopo alcune esperienze sul territorio, ho allargato gli orizzonti, affacciandomi nel 2012 al mondo del social journalism. Laureata magistrale in Scienze filosofiche e della comunicazione, dopo un corso di Alta Formazione in Graphic Design ed Editoria digitale, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, ho arricchito il mio background con competenze tecniche nell’ambito della scrittura digitale

Leggi anche

Kendall Jenner

Kendall Jenner, la modella più pagata al mondo grazie a 85 milioni di follower Instagram

Come si comunica la moda nel 2017? La risposta è quantomeno scontata: si comunica attraverso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.