Inizialmente nota come Cabrera, si presenta nella sua versione definitiva. Il prezzo non è ancora stato confermato. La scheda tecnica dichiara un motore V10 come il suo precedessore.

A pochi giorni dall’annuncio della cessata produzione della Gallardo, Lamborghini colma immediatamente il vuoto lasciato dalla sua supercar, annunciando un nuovo modello. La nuova vettura di Sant’Agata Bolognese, inizialmente nota al pubblico col nome di Cabrera, avrà il compito di portare avanti l’eredità di uno dei modelli più venduti nella storia del costruttore italiano. Il nome scelto per la versione è Huracàn, che rispettando la tradizione Lamborghini appartiene ad un toro storico nel mondo della corrida spagnola. Nel 1879 il toro Huracàn, che in Maya antico significa uragano, ha travolto numerosi torero e si è distinto per il suo carattere indomito. La presentazione ufficiale è prevista per il prossimo Salone di Ginevra, per poi approdare sul mercato già nella primavera 2014.

Esterni

La nuova Huracàn si presenta con moltissime novità. Una sferzata di vento che spazza via tutti i ricordi della Gallardo, imponendo la presenza di una vettura completamente nuova. Il look esteriore si rifà alla Aventador LP 700-4, risultando molto spigolosa sotto ogni punto di vista. L’aggressivo muso anteriore crea la forma di una lama, che taglia il vento affinando le doti aerodinamiche del veicolo. In basso la griglia nera è divisa in tre sezioni, formando due prese d’aria esagonali ai lati. I gruppi ottici, dal design sagomato, ottengono un’accento a LED, con funzione di luce diurna. Il profilo laterale è scandito da una linea del tetto estremamente bassa, le vetrate sono ridotte al minimo indispensabile, concludendosi verso il retro con una presa d’aria nera. In basso, subito dopo gli sportelli, gli air breather portano aria fresca alle grosse ruote posteriori. Il retrotreno rappresenta l’evoluzione naturale della Gallardo, il cofano motore è coperto da un vetro oscurato, accompagnato ai lati da una serie di prese d’aria nere. I fanali di coda a LED sono uniti da una griglia scura. Il diffusore ospita quattro tubi di scarico, dai terminali tondeggianti.

Interni

L’abitacolo è stato completamente rivoluzionato, introducendo una serie di elementi inizialmente esclusivi dell’Aventador. L’intera struttura interna della Lamborghini Huracàn è incentrata verso il guidatore. La strumentazione abbandona le classiche lancette, passando dall’analogico al digitale. L’intero pannello strumenti è stato sostituito da uno schermo da 12,3 pollici, capace di visualizzare, oltre a contagiri e tachimetro, varie informazioni e gestire il sistema di infotainment ed il navigatore. Le combinazioni di colori disponibili per i rivestimenti, si alternano anche tra la differenza dei tessuti, tra cui figurano la pelle Nappa e l’Alcantara. La console centrale integra i comandi di bordo e, accanto alla leva del cambio sequenziale, il pulsante d’accensione della vettura è coperto da un pannello rosso, a mo’ di panic button per il lancio di una testata nucleare.

Motore

Nella sua ultima variante, la Gallardo aveva raggiunto 570 CV, ma la Huracàn la supera di netto, grazie al suo propulsore V10 5.2 litri aspirato, con una potenza di 610 CV ed una coppia massima pari a 560 Nm, disponibile a 6.500 giri/minuto, rigorosamente montato in posizione longitudinale posteriore, come afferma la sigla “LP”. L’iniezione stratificata IDS permette di gestire l’iniezione di carburante, variandola tra diretta ed indiretta, ottenendo un sensibile incremento di potenza. Il motore è accoppiato al cambio Lamborghini Doppia Frizione, che trasmette la coppia motrice a tutte e quattro le ruote, utilizzando un differenziale a controllo elettronico. Il selettore sul volante permette di configurare la vettura secondo quattro modalità, che influiscono non solo sulle prestazioni, ma anche sul suono emesso dagli scarichi. Lo scatto da 0 a 100 Km/h avviene in soli 3,2 secondi e la velocità massima è di 325 Km/h. Le emissioni si mantengono al di sotto dei 300 g/Km di CO2, grazie alla presenza del sistema Start&Stop. Le prestazioni della Huracàn sono giustificate anche dal telaio in alluminio e fibra di carbonio, che ferma l’ago della bilancia a 1.422 Kg.

Fonte: Fanpage.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.