Gli italiani hanno una spiccata propensione verso il giardinaggio. Secondo un sondaggio della piattaforma di e-commerce ManoMano, il 70% degli intervistati dichiara di dedicarvisi con una certa regolarità. Il 37% lo fa con cadenza settimanale, il 9% invece con cadenza mensile (Il 67% nel Centro Italia). Solo il 10% dichiara di non essere dedita alla cura del proprio giardino. Numeri da record che rivelano la sensibilità che esiste nel nostro paese nei confronti del mondo green.

La regione che registra il picco nella diffusione dell’orticoltura e floricoltura è l’Abruzzo, con una percentuale del 93,7%  L’ultima invece è la Lombardia, in cui ben il 45% è quasi per nulla votata al pollice verde o svolge questo tipo di attività raramente. Stando ai dati che emergono dal sondaggio, il Sud Italia è incline alla coltivazione delle piante, sfiorando la vetta dell’85%, tra le più alte dello stivale. Una passione che attraversa diverse generazioni, senza distinzioni anagrafiche o differenze tra uomini e donne. Gli appassionati, infatti, non sono soltanto gli ultra cinquantacinquenni, ma anche i giovani tra i 26 e i 34 anni. Non è solo un “passatempo” per  pensionati come l’immaginario collettivo potrebbe erroneamente suggerire; dietro questo hobby c’è molto di più, come l’amore per la natura e la volontà di entrarvi a stretto contatto.

 

Lo dimostrano le numerose fiere che periodicamente vengono organizzate nel nostro paese. Tra gli eventi da ricordare, l’Ancona Flower Show e l’Arezzo Flower Show, due mostre conclusesi rispettivamente il 1-2 aprile e l’8-9 aprile, entrambe dedicate alle piante rare ed inconsuete che si è svolta nei primi due giorni di aprile; Mostra Minerva (Salerno 7-9 aprile) e “Messer Tulipano”, che si sta tuttora svolgendo a Castello di Pralormo (Torino), un’esposizione che quest’anno sarà dedicata al leitmotiv “Gli Alberi raccontano” e che si protrarrà fino al 1 maggio.

Gli appassionati di decorazioni per giardini e terrazze potranno recarsi a Milano per visitare dal 21 al 23 aprile la mostra-mercato “Flora ed Decora” mercato dedicata alle decorazioni floreali e ai complementi d’arredo; mentre chi vuole unire benessere e relax, unita all’inclinazione per la storia della botanica e alle suggestioni delle architetture e del design Liberty, potrà assistere il 22 e il 23 aprile a “Darfo Boario Terme in fiore  2017 – Il Fiore nella città” (Darfo Boario – Provincia di Brescia). Grazie al Concorso enogastronomico per ristoratori di Brescia e Beregano  “UN FIORE NEL PIATTO “ideato ed organizzato da Loretta Tabarini, presidente dell’Associazione PromAzioni 360 Donne, Territorio, Cultura ed inserito  nella cornice della manifestazione, l’evento Darfo Boario Terme in Fiore 2016 ha vinto il Premio Italive Autostrade d’Italia – Codacons e Associazioni Consumatori – Ministero del Turismo   come migliore manifestazione d’Italia 2016,  ritirato a Roma dalle mani del rappresentante del Ministro del Turismo.

Il mese di aprile si concluderà con la “Tre giorni per il Giardino”, che si svolgerà  dal 28 aprile al 1 maggio presso il Castello di Masino, suggestiva location a Caravino (Torino), allestita per dar conoscere piante insolite e speciali per giardini e terrazzi.

La lista per i mesi a seguire è ancora molto lunga, a partire da Orticola che si svolgerà a Milano dal 5 al 7 maggio, fino a “Planta….il giardino e non solo”, dedicata alle specialità botaniche e alle piante esotiche, e al Perugia Flower Show (Perugia, 12-14 maggio). E ancora, “Yacht & Garden” (Marina Genova, 13-14 maggio) che si rivolge in particolare agli amanti delle piante mediterranee e alle esposizioni florovivaistiche e artigianali; “Franciacorta in Fiore” (19-21 maggio Bornato – Brescia), per gli appassionati di rose ed erbacee perenni con riguardo verso la storia della Franciacorta; “Coniolo Fiori” che dal 20 al 21 maggio vedrà la partecipazione di produttori e rosaicoltori nel borgo di Coniolo, nell’alessandrino;  e negli stessi giorni al “Floreka” di Gorle (Bergamo), il giardinaggio si incontra con le arti creative.

Dalla metropoli alla città, fino al piccolo borgo antico.  Ce ne sono per tutti i gusti e le preferenze.

Marianna Gianna Ferrenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.