Grande successo per la prima giornata del Festival Salerno in CORTOcircuito 2020. Stasera la seconda parte della kermesse

Presentato il 1 ottobre presso il Foyer Cafè di Salerno, il programma ufficiale della XI edizione del Festival Salerno in CORTOcircuito 2020, inaugurato ieri 2 ottobre con una prima serata molto partecipata, prosegue stasera alle ore 20, in via V. Laspro, con la seconda parte della kermesse.

Salerno in CORTOcircuito 2020

Organizzato e promosso dall’associazione Rete dei Giovani per Salerno, presieduta da Gianluca De Martino, il Festival si svolge ogni anno a Salerno dal 2010, nei primi mesi dell’estate. Nella sua XI edizione, però, le misure precauzionali causate dall’emergenza Covid lo hanno fatto slittare al mese di ottobre, pur con un pubblico molto affezionato. L’edizione 2020, inoltre, vanta la partnership con Vitruvio Entertainment, già presente l’anno scorso con uno dei corti in gara.

Salerno in CORTOcircuito 2020

Il tema del Festival è “Sguardi sulla società”: fino al 4 ottobre 2020 è possibile assistere gratuitamente alle proiezioni dei corti in gara e votarli durante le serate, partecipando alla Giuria Popolare del Festival. Gli argomenti dei corti sono legati a tematiche a sfondo sociale, come la ludopatia, la criminalità, la corruzione, l’eutanasia, il bullismo, la povertà e altri ancora.

Il Festival vede la partecipazione di cineasti provenienti da Salerno e provincia, ma anche di videomaker provenienti da tutta Italia. Vengono proposti al pubblico anche lavori fuori concorso, tra cui spot pubblicitari, videoclip musicali, webserie, documentari e mostre fotografiche. Nel 2010, il regista Sydney Sibilia vinse con il corto "Noemi", che qualche anno più tardi divenne celebre in Italia con la saga "Smetto quando voglio". Gabriella Pacini è stata la prima donna vincitrice del Festival con "Si è sempre fatto così", dedicato agli abusi che le donne subiscono negli ospedali durante il parto, e all'uso spropositato della Manovra di Kristeller.

Anche le scuole di Salerno e provincia si sono avvicinate, negli anni, alla kermesse: ieri, ad esempio, il Liceo “F. Severi” è stato presente con un cortometraggio in lingua inglese dedicato alla Scuola Medica Salernitana. Un contest importante per riavvicinare gli studenti alla Settima Arte, e per sensibilizzare la cittadinanza sulle tematiche di maggior impatto sociale.

Salerno in CORTOcircuito 2020

La Giuria

Quest’anno il Festival Salerno in CORTOcircuito 2020, diretto da Vincenzo Mele ha deciso di assegnare un nome ad ogni premio per i corti vincitori. In particolare, tre giurie si alterneranno a quella del pubblico. La Giuria Tecnica del Festival, che assegnerà il Premio “Ugo Pirro” al Miglior Cortometraggio, è composta da esperti provenienti da varie discipline artistiche e culturali: Anna Nisivoccia, docente di recitazione Centro Studi Regina Senatore; Rita D’Antuono, psicologa; Pasquale De Cristofaro, docente e commediografo; Lella D’Angelo, operatrice sociale, e Michele Piastrella, giornalista e rappresentante del Teatro Nuovo.

Inoltre, la Giuria di Vitruvio Entertainment assegnerà l’omonimo Il Premio alle Arti, che va ad aggiungersi al Premio “Beatrice Vitoldi” per la Migliore Recitazione, assegnato dalla Giuria del Festival, e al Premio “Elvira Notari” per il Miglior Cortometraggio, assegnato dalla Giuria Popolare.

Al vincitore del Festival viene assegnata una targa per il Miglior Cortometraggio, con la possibilità di vedere il proprio lavoro audiovisivo trasmesso nelle televisioni locali.

Tre giorni di cinema e non solo

Ieri, negli spazi del Foyer Cafè del Teatro Nuovo di Salerno, è stato proiettato “Martino” di Luigi Di Domenico (Vitruvio Entertainment), già vincitore del Festival 2019, oltre ai corti in gara:

  • “Le infinite rive” di Concita De Luca, in memoria di Francesco Durante – Direttore Festival Salerno Letteratura 
  • “Scontrini di maggio” di Roberta Ungaro
  • “The Garden of Minerve and the two princesses” di Diletta Turco
  • “Chi ti ama…già sa!” di Marco Reggiani & Teresa Di Florio

Il pubblico in sala ha assistito, inoltre, alla proiezione di due fuori concorso:

  • “Paradis cachés: la cote amalfitaine” a cura dell’Associazione Francese di Salerno
  • “Emigr.Arte” di Clotilde Grisolia

Programma 3 ottobre 2020

Oggi invece, alle ore 20, presso il Foyer Cafè del Teatro Nuovo di Salerno saranno proiettati i cortometraggi:

  • “Covid 19” di Lorenzo Fodarella
  • “Spoon River a Lampedusa” di Rosario Santella 
  • “Paese mio” di Gianni D’Arienzo
  • “Social ma non troppo” di Francesco Paglioli
  • “La triste vita del mago” di Francesco D’Antonio

E due fuori concorso, con presentazione foto e video a cura dell’Associazione “NaturArt” diretta da Alfio Giannotti:

  • “Noi. Diario di una classe” di Fabrizio Rostelli
  • “Confutatis Maledictis” di Vito Egidio Ungaro

Serata conclusiva

Infine, nella terza serata, domani 3 ottobre, il pubblico potrà vedere e votare altri corti in gara:

  • “A Federico Fellini non piace il Pop” di Pasquale Fresegna
  • “Bagnanti fuori stagione” di Alessandro Boccalini
  • “Memorie sbiadite” di Valentina Galdi
  • “Tonino” di Gaetano Del Mauro
  • “Il stupro” di Placido Sturiale & Simonetta Pisano

Nonché alcuni fuori concorso:

  • “Liquidità arida” di Pasquale Fresegna, Vincenzo Caruso e Davide C. Monticelli ( 3.22 min.)
  • “Pucundrìa”di Erica De Lisio (19.53 min.) 
  • Presentazione  “We make a city” a cura dell’Associazione Blam
  • Clip “La Fotonotizia” diretta da Gianpiero Scafuri e presentata da Enza Sola, caporedattrice della testa online
Salerno in CORTOcircuito 2020

Si tratterà della serata conclusiva della kermesse, in cui sarà possibile conoscere e visionare i corti vincitori.

L’ingresso è libero. Maggiori informazioni sono disponibili al numero 3285327134, oppure su contatto@giovanisalerno.it e sul sito web www.giovanisalerno.it/salerno-in-corto-circuito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.