Un must la crema per definire il contorno del viso

Durante la menopausa, a partire dal periodo che la precede, la densità della pelle diminuisce, causando pieghe della pelle del collo e cedimento dei contorni del viso. Proprio come avviene per il nostro corpo, quando le ovaie smettono di produrre estrogeni e progesterone, o si stanno preparando a farlo, e si entra nel ciclo della menopausa, anche la nostra pelle subisce dei cambiamenti. I due ormoni sono infatti dei veri e propri alleati di bellezza e il loro squilibrio determina il deterioramento delle fibre di collagene ed elastina, facendo mancare alla pelle luminosità, elasticità e idratazione.

Uno dei principali cambiamenti dell’invecchiamento facciale nelle donne dai 50 anni in su è determinato dalla secchezza della pelle. Tra tutte le condizioni dermatologiche delle donne mature, la pelle secca è una delle più comuni.

In breve tempo la struttura e la tonicità del viso non sono più le stesse: lo strato superiore della pelle si assottiglia e diventa visibilmente più segnato. La pelle diventa più secca, sensibile, fare prurito e a volte manifestare tendenza acneica.

pelle 50 anni

                         I rimedi per un invecchiamento cutaneo in picchiata

Passati i cinquant’anni rughe e viso cadente sembrano prendere il sopravvento, diventa così indispensabile una crema rassodante per collo e mento, con principi attivi dall’azione nutriente, che contrastino l’assottigliamento dell’epidermide. in particolare, il Proxylane™, ingrediente attivo all’avanguardia che favorisce la sintesi delle molecole e stimola la pelle a recuperare tono riducendo le rughe. Ingredienti come l’hedione, invece, agiscono sulla produzione dei lipidi per contrastare la riduzione di sebo. Infine, come in ogni fase della vita, anche durante la menopausa la pelle trae beneficio dagli ingredienti che sono il punto di riferimento per l’idratazione: l’acido ialuronico e la glicerina, utili a tenere sotto controllo la secchezza cutanea e il prurito.

Durante questa fase, infatti, anche il livello di altri ormoni si riduce, incluso quello del deidroepiandrosterone. Conosciuto anche con il nome di Dhea, che agisce sulla produzione del collagene, dello spessore epidermico, idratazione e sebo. la scienza ha da tempo confermato il legame esistente tra la riduzione di questo pre-ormone, prodotto in modo naturale dall’organismo, e l’invecchiamento cutaneo. Quando le donne entrano in menopausa, il 90% del Dhea presente nel corpo scompare. Le ricerche hanno mostrato che, se applicato a livello topico, il Dhea, aiuta a contrastare cambiamenti più evidenti che avvengono nella la pelle delle donne passati i 50 anni.

Ormoni che calano e ormoni che crescono!

La sovrapproduzione di androgeni che caratterizza il periodo della menopausa, può causare un accumulo di sebo a livello dell’epidermide, scatenando la comparsa dei segni di pelle a tendenza acneica. Generalmente di intensità moderata e transitoria, la pelle a tendenza acneica in menopausa può essere trattata con prodotti specifici. Per una skincare ottimale è consigliato l’uso di un detergente quotidiano in gel con una maschera e un trattamento esfoliante da utilizzare una o due volte a settimana, per liberare la pelle dal sebo in eccesso. La crema idratante da giorno dovrà contenere fattori di protezione solare, poiché il sole può peggiorare i segni della pelle a tendenza acneica, e per la notte: una crema ricca e nutriente formulata per la pelle in menopausa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.