Home Attualità Oumar: dalla Guinea a Salerno, il videoracconto di una storia vera

Oumar: dalla Guinea a Salerno, il videoracconto di una storia vera

Oumar

Gli studenti del liceo artistico trasformano la storia di Oumar, giovane migrante, in un lavoro multimediale che ha tanto da insegnarci

Quella di Oumar Toure, giovane migrante appena maggiorenne, è una storia vera, contemporanea. La raccontano gli allievi della 5F Audiovisivo e Multimediale del liceo artistico Sabatini-Menna (Salerno), in un video che sarà presentato domani (alle ore 12) nella sede in via Pietro da Acerno 1.

La videointervista è stata realizzata nell’ambito di un’attività di alternanza scuola-lavoro, in collaborazione con l’Ufficio Diocesano Migrantes di Salerno-Campagna-Acerno e con il coordinamento del prof. Vittorio Morrone, nonché la direzione di Mario Mele, regista e videomaker professionista.

Oumar

Percorsi di vita

Questo lavoro multimediale (“OUMAR. Un’esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro”) costituisce il risultato finale dell’intervista allo studente. Oumar ha raccontato ai suoi compagni il suo viaggio dalla Guinea fino al Mali, all’Algeria e alla Libia, e quindi a Salerno. Gli studenti, poi, hanno contestualizzato il racconto partendo dalla notizia della nave sbarcata a Salerno nel mese scorso, con a bordo 26 donne purtroppo decedute. In questo modo hanno cercato di descrivere complessità del fenomeno dell’emigrazione e quel difficile viaggio che tanti affrontano per arrivare in Europa.

Sono partito dalla Guinea, [e arrivato fino] in Europa, per realizzare il mio sogno: studiare – Oumar Toure

OumarIl professore Morrone sottolinea: «È stata un’esperienza che ha arricchito tutti. Abbiamo conosciuto Oumar che ci ha raccontato il suo viaggio, dalla Guinea fino a noi. Poi ne abbiamo discusso in classe, abbiamo continuato la discussione su un gruppo Facebook creato come classe digitale, quindi pianificato, girato, montato».

Acquisire competenze a scuola

L’attività di alternanza ha riguardato appunto la realizzazione del video, dalla fase di pre-produzione alla produzione e post-produzione. Le riprese sono state effettuate in ambienti esterni ed interni (aula e sala pose del Liceo, strade cittadine), con approfondimenti realizzati anche in orario extrascolastico, mediante un gruppo Facebook coordinato da Mario Mele e le pagine Facebook di RAM-Racconti Multimediali e del liceo artistico Sabatini-Menna.

La presentazione-evento

Il lavoro è stato prodotto grazie alla collaborazione di Antonio Bonifacio, direttore dell’Ufficio Diocesano Migrantes di Salerno. Anche lui è stato invitato a prendere parte alla presentazione di domani, 18 dicembre, insieme a Oumar e agli altri relatori: Ester Andreola, Vittorio Morrone, Mario Mele e gli allievi della 5F Audiovisivo e Multimediale.

Un evento da non perdere, un esempio da imitare per tutte quelle scuole che oggi necessitano di calarsi ancora di più nel panorama contemporaneo per stimolare in modo positivo la creatività degli studenti.

Per info: www.liceoartisticosabatinimenna.gov.it

(Fonte: Comunicato stampa 15/12/2017)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.