L’enfant terrible della moda è cresciuto e propone in passerella la collezione della svolta: dice addio allo stile eccentrico e crea per l’Autunno/Inverno 2014-15 abiti minimal ispirati alle forme e ai colori della terra.

L’enfant terrible della moda sembra essere cresciuto. La collezione Atunno/Inverno 2014-15 presentata a New York rappresenta una svola nello stile di Marc Jacobs, un nuovo inizio. Il designer, che ha detto addio a Louis Vuitton per concentrarsi sulle linee che portano il suo nome, presenta una donna nuova, più sobria ed essenziale rispetto a quelle del passato. Il minimal mood entra nella poetica di un artista che fino ad oggi ha giocato con la moda, mescolando gli stili e creando modelli eccentrici, ora Jacobs sembra voler salutare una fase della propria vita e dare il via ad un nuovo percorso.

In passerella sfilano abiti semplici ed essenziali, le linee sono basic ed asciutte, i decori e le fantasie sussurati, mai invadenti, quaai inesistenti. Per il nuovo corso lo stilista si ispira ai colori e alle forme della terra: impreziosisce i modelli invernali con disegni a onda e volant che ricordano le increspature del mare o le dune di un deserto di sabbia; sceglie i colori freddi del cielo o quelli caldi della terra dipingendo top, vestiti e pantaloni con tenui nuance di celeste e indaco o con tonalità di panna, crema e beige. La donna minimal-romantic di Jacobs non rinuncia ad alcuni accenti glamour e la sera ama indossare abiti tunica su pantaloni ricoperti di lucenti applicazioni. A ben vedere però, l’enfant terrible ritorna all’attaco mostrando che la natura giocosa non è del tutto scomparsa, il genio sregolato salta fuori nei completi con maxi bomber in vaporosa pelliccia, nella sovrapposizione di abiti, e negli affascinanti disegni stampati sul tessuto. Il Marc Jacobs che abbiamo amato proprio per la sua geniale follia non è fuggito, è semplicemente cresciuto!

Fonte: Fanpage.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.