L’astefania_merello07814tteggiamento corretto per avvicinarsi alla lettura delle carte è quello di sentirsi disponibili e senza preconcetti. Di solito, chi ha emotivamente un limite, attacca, giudica: insomma cerca con l’aggressività, di sfogare un impotenza personale o paura. Lo sforzo più grande per tutti, è saper andare oltre a quello che a noi sembra, alle apparenze… Ho notato, inoltre, che la soglia della tolleranza ed altruismo sani, sono totalmente sballati. Si passa dall’assenza totale, all’eccesso opposto. Questi scompensi, uniti alle barriere personali elencate prima, comportano per causa di forza maggiore, un blocco anche nell’analisi dei Tarocchi. Gli eventi, di chi sa solo giudicare male e con prepotenza gli altri, saranno condizionati da fattori sempre di freno e stento. La negazione stessa comporta ad un blocco “cronico” o peggio al ripetersi degli eventi sfavorevoli. La vita evolve quando davvero il soggetto saprà guardare se stesso in modo positivo interagendo con l’esterno in un ottica costruttiva. Solo in tal senso il percorso cartomantico saprà dare le giusta risposte…

Stefania Merello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.