stefania_merello050614Con l’estate arriva maggiormente la voglia di esporsi e di sapere specialmente cosa ci porterà l’amore.  Trasferiamo cosi  tutte le nostre aspettative  e quesiti alle carte: cosa vogliamo, i nostri desideri ma non ci poniamo quasi mai, cosa noi siamo disposti a dare. Ho notato negli anni due tendenze opposte di pensiero: chi si annulla per l altro e chi invece vede solo se  stesso. Da qui ne scaturiscono i relativi dilemmi verso esigenze comunque in ogni caso, sbagliate… Se pretendo senza dare, non ottengo, ugualmente facendo l opposto. L equilibrio perfetto non esiste, ma non possiamo neanche vivere nella totale disarmonia. In questi casi gli Arcani danno risposte poco chiare perché siamo noi a creare il problema. L esempio più banale, ma che rende per paradosso questo “intoppo” di lettura, è chi chiede se incontrerà l’amore e non esce  poi di casa o si isola… La lettura diventa ostica e poco chiara. O escono occasioni di incontro mancate oppure il blocco. La veggenza è una giusta sinergia mentale, che se viene meno, si corre il rischio di non riuscire a creare il giusto canale di analisi su cosa ci riserverà il futuro.

Stefania Merello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.