Attraverso la collezione pre-fall 2022, Givenchy propone un viaggio di esplorazione nel patrimonio storico della maison in cui gli archetipi del brand di lusso vengono rivisitati in chiave contemporanea. Così lo stilista americano Matthew Williams  guarda al passato, ma rivolge anche le sue idee creative oltre i termini dell’attualità e della contingenza.

Givenchy pre-fall 2022, denim, volumi sperimentali e tinte fredde

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GIVENCHY (@givenchyofficial)

Artigianato e tecniche innovative sono le due paroline magiche che specificano gli elementi caratterizzanti della nuova collezione Givenchy insieme ai volumi sperimentali e a una ricerca sulla tecnica che interessa anche il denim in tutte le sue declinazioni e tonalità.

Givenchy pre-fall 2022

Un look della pre-fall 2022 di Givenchy

Gli abiti che compongono la pre-fall 2022 della maison francese assumono un’aria soul, e sono realizzati per lo più in tinte fredde e algide. Oltre al total black signature, il white che ricorda il bianco della regina delle nevi fredde della saga fantasy Le cronache di Narnia. Ma anche il grigio freddo, una tonalità che sa stupire ed è fra quelle scelte dalla nuova linea di abbigliamento proposta da Givenchy.

Il pezzo forte della collection è una gonna tagliata in modo da creare particolari effetti geometrici

Un look della pre-fall 2022 di Givenchy

Un look della pre-fall 2022 di Givenchy

Il capo più vistoso della nuova linea per l’autunno Givenchy è una skirt tagliata in modo da creare particolari effetti geometrici, indossata dalla modella su pantaloni dal taglio slim. Ma non mancano nella linea per l’autunno i capispalla pensati sia per la donna sia per l’uomo, come il cappotto di nylon o il trench nero che si allacciano con fibbie scure. E gli accessori che completano i look: cappellini, borse a mano e sandali peluche.

valeriagennaro@alpifashionmagazine.com

Qual è la tua reazione?

emozionato
0
Felice
0
Amore
0
Non saprei
0
Divertente
0
Valeria Gennaro
Giornalista, insegnante, fashionista e cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche. Neuro Linguistic Programming Master Practitioner. Collabora con "La Gazzetta del Mezzogiorno", Cinematographe, Fashion Life, ed è caporedattore del giornale "Alpi Fashion Magazine" e del relativo supplemento sul lusso Luxury Style Mag

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.