Home / Attualità / Camerun, viaggio in Business Class che parte dall’Italia
Camerun

Camerun, viaggio in Business Class che parte dall’Italia

Il processo evolutivo che sta attraversando il Camerun si traduce in molteplici opportunità per le P.M.I. che vogliono internazionalizzarsi. L’interesse suscitato durante gli eventi di presentazione di questo stato, in lizza per divenire Paese Emergente entro il 2035, ci ha suggerito di approfondire questo tema. E, se mi è consentito, vorrei farlo dal punto di vista di A.I.E. (Associazione delle imprese europee)“. E’ quanto ha dichiarato per mezzo di un comunicato stampa il rappresentante dell’associazione no profit A. I. E. con la mission di orientare aziende e professionisti nei progetti di formazione e di sviluppo d’impresa.

Un reportage utile ad approcciarsi alla comprensione del “fenomeno Camerun”

Tutti gli Event Road “CAMERUN – TERRA DI OPPORTUNITÀ”


L’ A.I.E. segnala una serie di “Eventi Paese Camerun” intitolati “CAMERUN – TERRA DI OPPORTUNITÀ”. Questi eventi sono stati pensati e voluti da A.S.I.CA. (Associazione per gli Scambi commerciali Italia Camerun). A.S.I.C.A. sin dalla sua costituzione ha voluto essere un ponte che unisce persone, idee, mercati. Un “Event Road” – si ricorda – ha già esordito quest’anno con le prime due tappe tenutesi a Parma il 9 Maggio e a Treviso il 27 giugno, presso le rispettive Camere di Commercio.

Un evento voluto da A.S.I.C.A. anche in Basilicata, che si svolgerà nel mese di ottobre

A novembre si avvierà una mission imprenditoriale per accompagnare le aziende italiane nel loro processo di internazionalizzazione in Camerun

Invece nel mese di novembre si avvierà una mission imprenditoriale per accompagnare le aziende italiane nel loro processo di internazionalizzazione in Camerun.

L’”Event Road” Camerun è un viaggio in Business Class, standosene comodamente seduti sulla terraferma, in Italia.

Infatti come si legge ancora nel comunicato: “Un Paese simbolo del Centro Africa emergente ci apre le porte. Ma in casa nostra, conducendoci per mano alla scoperta delle sue molteplicità di carattere economico, ma anche culturale (un aspetto fondamentale di questo Paese, anche per chi lo pensa in termini di Business). Ma la cosa più interessante è l’esperienza in ambito multi settoriale portata da Piccole, Medie e anche grandi imprese che in Camerun hanno maturato importanti esperienze in qualità di imprenditori e di investor sul “pezzo. L’esperienza autorevole, anzi fondamentale, di chi ha già un vissuto importante, si rivela in diretta, aprendosi ad un confronto con chi vuole conoscere gli step utili ad imbastire un corretto approccio imprenditoriale in quell’area geografica”.

Infrastrutture, agri-business, industria, servizi, informatica, food & beverage sono solo alcuni dei temi trattati nel corso degli eventi

Si sono avvicendate esperienze legate ai grandi lavori nelle infrastrutture, grazie alla testimonianza di Enzo Sartori, responsabile tecnico della SARTORI S.r.L. impegnata nella costruzione del Nuovo Stadio a YAOUNDE, in Vista della Coppa d’Africa 2021. Si è parlato di cooperative e di investimenti nel settore agro e zoo-tecnico con Marco Petecchi, responsabile della ROTA GUIDO S.r.L.. Mentre Claudio Lelli, amministratore di VERINLEGNO S.p.A., ha spiegato “Perché scegliere il Camerun.” Con ITARE, che opera nei mercati emergenti, con un focus nelle Infrastrutture, nell’Agribusiness e Smart Solution, si è parlato della creazione e del finanziamento delle filiere produttive con il Dr. Giorgio Traietti, responsabile Business. Per l’Internazionalizzazione e i servizi era presente Giovanni Scacciaferro, Presidente di E-PlatForm Srl. E’ stata trattata anche l’imprenditoria nel sociale, con il progetto Michele Ferrero, della Ferrero S.p.A. che non ha bisogno di presentazioni. E grazie all’intervento del segretario generale Osvaldo Lingua.

Tra gli sponsor che sostengono l’iniziativa, una ventina di imprenditori che stanno sviluppando attività commerciali multi-settoriali in Camerun

Insomma si offre una panoramica su un importante paese in via di costante evoluzione, sotto la regia di A.S.I.CA., strumento di riferimento per accompagnare le realtà Italiane ed assisterle nel loro processo di internazionalizzazione in Centro-Africa. In tutto questo A.I.E. ha deciso di affiancare il cammino già intrapreso diverso tempo fa da A.S.I.CA., implementando nuovi strumenti per sostenere l’approccio delle P.M.I. verso questi nuovi mercati, organizzando programmi di formazione specialistica finanziata, attuabili anche sul posto e accreditati dall’autorità di un ente bilaterale come ENBITAL. Chi manifesti interesse per mutuali approfondimenti può rivolgersi a redazione@alpifashionmagazine.com.

About Valeria Gennaro

Giornalista, redattore di moda e beauty, cinema editor. Cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche.

Check Also

Che cos’è il successo se non puoi condividerlo con tutti!

Dopo l’unione della moda con la cromoterapia, Marta Jane Alesiani torna a far parlare di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.