L’ex Istituto D’Arte “A Maffucci” di Calitri, che per decenni è stato il fiore all’occhiello nella formazione dei futuri professionisti dell’artigianato e nelle arti (pittura, ceramica, scultura, architettura ed arredamento), punto di riferimento scolastico per i giovani dell’Irpinia e di altri territori limitrofi, torna ad essere un centro socioculturale attivo e polifunzionale.

La Giunta del Comune di Calitri, infatti, ha approvato nelle scorse ore la deliberazione che prevede la partecipazione al bando Psr della Regione Campania per il recupero dell’edificio scolastico. Ora non resta altro che aspettare che la delibera sia resa esecutiva e finalmente si potranno realizzare, come previsto, all’interno della struttura attività laboratoriali che coinvolgano i giovani e meno giovani in un progetto condiviso e finalizzato alla circolazione e delle conoscenze.

La struttura sarà allestita con alcuni spazi dedicati allo studio e alla ricerca, attraverso anche l’organizzazione di convegni a scopo divulgativo. La seconda parte sarà più dedicata alle attività pratiche e all’apprendistato delle arti e dei mestieri artigianali, con luoghi allestiti per esposizioni, mostre, proiezioni e performances artistiche. L’indirizzo sarà molto chiaro: creare spazi di condivisione e di scambio e al contempo dare alla gioventù un orientamento in vista della loro progettualità senza necessariamente dover abbandonare la loro comunità. L’opera è inserita nel programma dei lavori pubblici del 2018 approvato con delibera del 21 aprile 2017.

 

Marianna Gianna Ferrenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.