Home / Notizie / Le spiagge da non perdere nell’isola di Mykonos

Le spiagge da non perdere nell’isola di Mykonos

Eccomi di nuovo per concludere con voi l’avventura di Mykonos. Come ben sapete quando si sceglie di andare nelle isole greche il miglior modo per potersi spostare è di noleggiare un qualche veicolo, sia un quad, un motorino o una macchina questi vi permettono di raggiungere comodamente e senza aspettare gli orari dei mezzi pubblici qualsiasi angolo dell’isola, sopratutto le spiagge a Nord che sono parte di una riserva naturale. Io ho scelto di non noleggiare alcun mezzo, nonostante ciò sono riuscita a godermi alcune delle spiagge più belle, certo con gli orari del bus, ma infondo era una vacanza relax, e il che per me significa non impegnarsi veramente in nulla.

Per raggiungere le spiaggie più belle, di cui fra poco vi parlerò, è necessario prendere il bus dal porto vecchio di Mykonos, quindi attraversare il piccolo centro. Un lavoraccio, ma questo mi ha permesso di godermi la vie della città in pace e con la luce del sole che rende i colori delle case ancora più suggestivi di quanto non possano sembrare. Passando per il centro, come già dicevo nel primo articolo, le tappe fondamentali non sono solo i Mulini e Little Venice, ma anche tutti quei piccoli scorci che vi permettono di assoparare al meglio la vita dell’isola. Kastro’s offre una vista sul blu del mare. Sedersi ad un suo tavolo verso l’ora del tramonto credo sia il regalo più bello che possiate mai farvi. Se invece siete amanti come me degli arredi per la casa o vi piace semplicemente dare un’occhiata, un negozio da cui rimarrete sorpresi è Chora Mykonos.

Chora Mykonos

Veniamo ora alle spiagge: quella più vicina a me, oltre ovviamente a quella davanti all’hotel era Ornos. Come al solito nulla da dire sulla spiaggia e sul mare, ve la sconsiglio solo se non siete a Mykonos in agosto perchè altrimenti davanti a voi si apriranno distese di barche e non riuscerete così a godervi la vista. Ornos è anche un piccolo centro, dove troverete una pastecceria fantastica, Caramelo, dove vi consiglio di provare i famosi e tipici dolci –baklava. Nella cala di Ornos, non solo trovorete famosissimi hotel e resort di lusso, ma anche buonissimi ristoranti. Di fianco al Luxury Resort Santa Marina vi consiglio Apaggio. Un ristorante con vista mozziafiato. Non solo l’ambiente è suggestivo, ma anche il cibo tipico, rivisitato in modo un po’ più sofistifcato, vi lascerà molto più che soddisfatti.

Apaggio

Per arrivare alle altre spiagge che ho visitato si passa per la cittadina di Ano Mera dove, ci spiegava l’autista del bus, si trova il monastero di Panaghia Tourliani costruito nel ‘500 al cui interno ospita delle icone bizantine molto particolari. Sulla collina di fronte al villaggio si trovano il Monastero di Paleokastro, costruito nel 12° secolo, e i resti di un castello bizantino oltre ad alcune tombe del periodo geometrico. Insomma un piccolo villaggio ancora incontaminato dal turismo, per un piccolo tuffo nel passato di Mykonos.

Nella spiaggia di Elia Beach sono stata per ben due volte, tanto mi era piaciuta. Non solo la spiaggia è stupenda ma anche la struttura con il ristorante è ottima. Nonostante, come ben sapete, il vento soffi molto in quest’isola, qua si è abbastanza riparati, permettendovi di godere del mare e del sole senza tanto fastidio. Cosa che invece vi può capitare a Kalo Livadi. Anche questa spiaggia è magnifica, ma il vento può soffiare così forte da scagliarvi la sabbia addosso e vi assicuro che non è piacevole visto che le raffiche fanno sembrare i granelli di sabbia in tanti piccoli spilli che vi pungono.

Insomma tra note negative e positive, questa vacanza è stata indimenticabile, i colori dell’isola riempiono gli occhi, ed è sicuramente un sollievo dal grigiore delle città che ci circondano tutto l’anno.

Mykonos

Video a cura di Gabriella Braggion

Marina Greggio

About Marina Greggio

Innamorata delle lingue, che studio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Colleziono instancabilmente vestiti e viaggi. Milano e Londra sono le mie due case, i due posti in cui il mio cuore si divide.

Check Also

Dal Royal Wedding

Dal Royal Wedding, sei regole per un perfetto look estivo

Sembra proprio che l’abito attillato sia morto per questa stagione. Dunque niente forme sexy e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.