Home / Notizie / Sandali Attico ispirati alla pittura di De Kooning e della Frankenthaler
Sandali Attico
Collezione Attico autunno-inverno 2017

Sandali Attico ispirati alla pittura di De Kooning e della Frankenthaler

I sandali Attico sono sfavillanti oggetti d’arte, preziosi da collezione quelli in pelle colorata e stampata, ispirati ai colori delle tele astratte di Willem de Kooning e di Helen Frankenthaler. E le varie Mara e Diletta non sono affatto delle donne ritratte dall’arte di De Kooning o della Frankenthaler ma dei modelli di scarpa firmati Attico, e disponibili, nella collezione autunno-inverno 2017.

L’arte di Willem de Kooning ricerca punti fermi anche quando le linee caotiche e violente tendono a smarrire ogni definizione della struttura, e fa scaturire nuovi equilibri di rapporti e armonie di ritmo, costanti attraverso le quali recupera la forma e le attribuisce nuovi valori. I critici discutono ancora oggi su come debbano essere valutate le sue opere dagli anni ottanta in poi, a causa della sua malattia (Alzheimer) e di uno stile di vita dedito all’alcool. I suoi ultimi lavori infatti evidenziano un nuovo gusto pittorico complesso e articolato, contraddistinto da giustapposizioni cromatiche e da giochi e ricerche grafiche che è impossibile non identificare con il concetto di arte.

Woman II di Willem de Kooning, ArtStack

Nel 1960 invece, si è definito color field painting  lo stile di pittura di Helen Frankenthaler,  caratterizzato da ampie aree dominate da un unico colore, più o meno piatto. La Frankenthaler fu influenzata dai quadri di Hans Hofmann, di Jackson Pollock e di Greenberg. Rapita dalle opere Autumn Rhythm, Number 30, (1950) e Number One (1950) di Pollock affermò «Era tutto lì. Volevo vivere in quella terra. Dovevo vivere lì e padroneggiare il linguaggio». Inizialmente i suoi lavori sono stati associati all’ espressionismo astratto, e la sua carriera fu lanciata nel 1952 dall’opera Mountains and Sea. Questo grande quadro ha l’effetto dell’acquarello, seppure sia stato ad olio, con una tecnica nota come Soak stain (imbibizione a macchia”) che fu poi utilizzata da Pollock, Morris Louis e Kenneth Noland lanciando la nuova generazione di artisti della scuola di pittura del Color field che si distingueva dall’Action painting per la rimozione dei contenuti emozionali, mitici o religiosi nell’opera d’arte.

Diletta, saldalo, collezione autunno inverno 2017 Attico, Luisaviaroma

La donna, con l’animo da collezionista, potrà scegliere allora fra i diversi modelli di scarpa art-inspired come “Mara”, décolleté a punta, rosso-blu, con tacco coperto in pelle di serpente e base in gomma 80mm, con inserto elastico sul cinturino posteriore e suola in cuoio, rigorosamente made in Italy e al prezzo di 967 euro.

Sandali Attico
Décolleté Mara, collezione Attico autunno-inverno 2017

O il modello “Diletta”, il sandalo in velluto dal colore arancio/viola con laccini da annodare alla caviglia,  fiocco frontale come dettaglio e suola in cuoio al prezzo di 716 euro. Elegantissimo è anche il modello “Mara” in velluto e pelle di serpente (1180 euro) con cinturino giallo a contrasto, applicazioni di cristalli sulla punta e tacco di 8 centimetri: un sandalo elegantissimo e di lusso,  che si adatta meglio a una donna con una forte personalità, che ama l’arte e la vita, e che non si accontenta!

Mara,décolleté Attico collezione autunno-inverno 2017, Michele Franzese Moda

C’è da aggiungere che Net-a-porter abbina i sandali da collezione, in pelle stampata di Attico, alle cavigliere con maxi fibbia che sono un altro accessorio cult del marchio.

Valeria Gennaro

About Valeria Gennaro

Giornalista, redattore di moda e beauty, cinema editor. Cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche.

Check Also

Palazzo Spinola

Estate mitica a Palazzo Spinola Pellicceria

Ė questa l’idea che anima la direzione di Palazzo Spinola Pellicceria. Il magnifico palazzo passò …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.