Ramzen è il primo brand di fashion luxury saudita che sceglie il capoluogo lombardo per balzare nei circuiti internazionali della moda.

Ramzen, una produzione tutta italiana

Il brand sceglie da milano una via internazionale

Il nome del nuovo brand con sede a Milano deriva da quello del suo fondatore, il designer open-minded Abdul Al-Romai-zan, perché “ramzen” in arabo vuol dire  “codice di mistero”, esattamente come da piccolo Abdul veniva chiamato dagli amici. La scelta della capitale italiana della moda non è casuale o scevra di “note sentimentali”. Lo stilista originario dell’Arabia Saudita ha studiato, oltre che negli States, anche a Milano, prima di lanciare il marchio e di realizzare capi totalmente a mano. La produzione è tutta italiana, dalla scelta delle materie prime alle location. Coinvolge esperti maestri artigiani.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da R A M Z E N (@ramzenworld)

La prima collezione a-1 2021-2022 per womenswear è femminile e romantica, ma con un’anima rock

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da R A M Z E N (@ramzenworld)

La proposta di abbigliamento da donna 2021-2022 è romantica, ma con un’anima rock and glamorous. I capi della collection sono disponibili per l’acquisto sull’e-commerce del brand. La nuova linea è stata svelata attraverso un servizio fotografico realizzato in una location underground. Le modelle e i modelli sono stati immortalati come nell’attimo di uscire da una prigione (un  riferimento non velato alle restrizioni imposte dalla pandemia). Tra i capi più in vista della linea ci sono i silk dress con silhouette e lunghezze anni ’80 e  i cappotti da uomo doppiopetto. Non mancano i dettagli fashion black o colorati che perfezionano i look: copricapelli, stivali in pelle alti fino a sopra il ginocchio e sandali open toe con tacco alto.

valeriagennaro@alpifashionamagazine.com

 

 

 

 

Qual è la tua reazione?

emozionato
0
Felice
0
Amore
0
Non saprei
0
Divertente
0
Valeria Gennaro
Giornalista, insegnante, fashionista e cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche. Neuro Linguistic Programming Master Practitioner. Collabora con "La Gazzetta del Mezzogiorno" ed è caporedattore del giornale "Alpi Fashion Magazine"

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:Notizie