Home Notizie Perché mangiare biologico

Perché mangiare biologico

Il settore dell’alimentazione biologica, nel nostro Paese, risente ancora di un’insufficiente attenzione da parte di potenziali produttori e consumatori; è sottovalutato in termini di opportunità di crescita, tutela dell’ecosistema e attenzione alla salute; tale problema è certamente riconducibile a un discorso economico, sia di produzione che di commercializzazione.

Nel 2016, il consumo dei prodotti agroalimentari biologici è aumentato arrivando al 3,1% della spesa alimentare totale, in particolare per ciò che concerne l’ortofrutta, il miele, l’olio d’oliva, le conserve, i formaggi, la carne, la pasta e il riso. Già dagli anni precedenti si è, comunque, registrata una crescita del settore biologico, all’interno del panorama europeo, con un aumento, inoltre, dei prodotti DOC, IGP, STG.

 

Bisogna fare attenzione, nell’acquistare questi prodotti, che essi siano imballati perché vi possa essere la garanzia di tracciabilità per il consumatore.

La produzione di alimenti biologici avviene con rispetto per l’ambiente e per la salute; attraverso varie tecniche naturali e eliminando l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti, di prodotti sintetici di origine chimica, di OGM ecc …

Un vero prodotto biologico ortofrutticolo, ad esempio, deve essere cresciuto con utilizzo di concimi organici, di preparati naturali, di insetti che contrastano le infestazioni da parte di parassiti.

Questi prodotti, grazie ai trattamenti solo naturali, conservano integre le loro qualità, mantenendo un gusto migliore e una più alta concentrazione di vitamine, minerali ed antiossidanti, importanti per salute e benessere.

Esistono quindi molte ragioni per cui acquistare alimenti sani, anche se un po’ più cari; risparmiare su cose meno importanti perché la salute è preziosa e deve essere salvaguardata con tutti i mezzi possibili. Mantenersi in forma ha a che fare non solo con il peso ma anche con il benessere fisico esterno ed interno che è conseguenza soprattutto dell’alimentazione e non solo in termini di quantità ma anche di qualità.

Daniela Marras

Articolo precedenteGianni Boncompagni: Il Genio di “Non è la Rai” se ne va
Articolo successivoStile e irriverenza: Jeff Koons per maison Vuitton
Daniela Marras è nata in Sicilia ma vive da sempre a Cagliari dove si occupa di formazione. Laureata presso l’Università di Cagliari in biologia, è da sempre appassionata a tutto ciò che è scientifico, dalla matematica alle materie inerenti alla propria formazione, incentrata soprattutto sulla genetica. Ha svolto per anni attività di analisi di laboratorio in vari ambiti; presso l’Università Cattolica si è occupata di chimica e genetica umana, creando le basi per le successive attività. Ha compiuto studi sulla salubrità delle acque potabili sia dal punto di vista chimico che batteriologico. Si interessa di tutto ciò che è estetica, cercando metodi naturali ed anche valutando ciò che il mercato offre per venire incontro alle esigenze, in particolare delle donne. Ha cercato di sfruttare le proprie conoscenze per stabilire quelli che possono essere i metodi di miglioramento dell’estetica, metodi che si basano sulla salvaguardia del benessere interiore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.