Home Moda Donna Abbigliamento Donna Mario Dice incanta con “Guerierere e Dee” lo spirito dei tempi.

Mario Dice incanta con “Guerierere e Dee” lo spirito dei tempi.

Mario Dice

Mario Dice è l’emblema dellalta sartorialità italiana nel mondo, fonda la propria linea per Uomo e Donna nel 2015, sfilando a Milano, Dice inoltre è il direttore creativo dal 2017 della maison storica Roberto Capucci fondata nel 1951.

Mario Dice vanta una lunga esperienza all’interno di grandi griffe, da Calvin Klein agli atelier delle Sorelle Fontana e Gattinoni, ai 7 anni in Trussardi passando per Zuhair Murad, “una consulenza che ha rappresentato un po’ il suo exploit”, portandolo ad essere molto conosciuto in Medio Oriente. Mario Dice è presente in   tutto il mondo, per ora sono più di cinquanta le boutique che testimoniano la sua presenza, come a Milano Via della Spiga, Penelopin di Brescia, Tiziana Fausti di Bergamo, e presso il gruppo Etoile in tutto il Medio Oriente, Fifty One East in Qatar, Pois a Singapore.

In occasione della Milano Fashion Week, Mario Dice presenta la collezione Fall Winter 19/20 presso l’Officina del Volo a Milano. Questa collezione dedicata al mondo di “Guerierere e Dee”, couture e sportswear, nasce dagli abbinamenti stridenti e inaspettati, dal sogno , ma soprattutto dalla realtà, delineando con una visione molto personale lo zeitgeist della femminilità. Lo stesso stilista dichiara: “Ho voluto lavorare sulla semplicità concentrandomi sulla forma e per questo progetto ho regalato alla mia donna una nuova femminilità forte e coraggiosa. Mi piace immaginare una donna molto moderna, calata nella realtà di oggi: una guerriera, ma con un tocco di grande sensualità”.

In questa caso Mario Dice approda ad un concetto di semplicità rigorosa e quasi elementare dove l’essenza e sinonimo di lusso, approfondendo l’universo femminile, esaltandone la versione più forte e sensuale.  Abiti immaginati non come corazze protettive, ma come involucri preziosi rivolti a contenere una ritrovata femminilità, scolli profondi, cut-out e spacchi, sottolineano ed enfatizzano una sensualità glamour ed elegante. Le nuances accese del bordeaux e del verde canard si fondono con il nero, il verde acqua, il lavanda, il rosa cipria e il bianco assoluto.

Come uno sculture d’altri tempi che ama incidere e comunicare nuova vita alla materia, Mario Dice sperimenta e delinea nuove strade, adottando nuove prospettive e nuove soluzioni. I volumi si fanno generosi e grafici al tempo stesso. Ampi pantaloni “rubati” al mondo sport sono abbinati a giacche sartoriali doppiate in pizzo. I tubini in lana gessata sono interrotti da tulle e maxi perle. Le lunghe tuniche scelgono cut out strategici, mentre l’aplomb del trench militare viene stemperato dalle maniche in visone. Le tuniche si fanno fluide e i nastri diventano spirali che abbracciano il corpo, il caban in visone ha una cintura corsetto trompe l’oeil in jais multicolor e la classica camicia bianca dalle forme pure ed essenziali, capo iconico di Mario Dice, si trasforma in un mini poncho dall’animo sexy, in una lunga tuta super femminile e in un ampio abito ricoperto di perle preziose.

Un grande risultato, per colui che ama come sempre sorprendere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.