Home Moda Moda Donna Beatrice b presenta la collezione CEO Status con un’eleganza rilassata

Beatrice b presenta la collezione CEO Status con un’eleganza rilassata

Beatrice b

Beatrice b ripensa al guardaroba della donna contemporanea per la collezione autunno inverno del 2019/2020. Nella splendida cornice di Palazzo Clerici presenta durante la Milano Fashion Week una collezione nata dallo studio e la ricerca riguardo le esigenze della donna di oggi portano verso un re-fresh del dress-code quotidiano, eliminandone i cliché con proposte inedite. 

La collezione apre con un’atmosfera in cui linee fluide e pulite contaminano la geometria delle stampe foulard e della viscosa operata. La linearità delle silhouette acquista dinamismo grazie alla palette di colori: la quadricromia tra avio, rosso-arancio, tabacco e rosa innesta una forte tensione tra geometria e raffinatezza.

Il concetto di “eleganza rilassata” è il cuore di questo corner, in cui completi bath leisure, slip-dress e abiti a tunica eliminano l’idea di eleganza rigida e troppo impostata, per lasciare spazio a sensazioni contemporanee. La maglieria in merinos si personalizza con dettagli di cuciture a contrasto e viene mixata ai tessuti di collezione: il cardigan in mohair, il maxi pull a intarsio richiamano le geometrie foulard del mood.

La geometria evolve e si immerge in un mood più urbano dove il blu e il nero si fondono, creando cappotti tartan in cui lamine termosaldate ne rafforzano la costruzione e l’estetica. Le frange degradé fanno da trait d’union tra l’eleganza degli abiti in seta iper-femminili e le camicie a uomo stampate.

Da qui il nero viene affiancato ad una palette totalmente diversa, in cui il tabacco e le sue sfumature vengono declinati per dar forma ad una proposta understated ma allo stesso tempo moderna, in cui la micro stampa floreale affianca il cappotto check sfrangiato. Qui Beatrice b punta sulla costruzione e sullo studio delle forme e dei materiali: la maxi cappa teddy bear, i pantaloni cargo in eco-pelle e la gonna in flanella check con baschina a contrasto esaltano la cura per il dettaglio, che da sempre contraddistinguono il know-how italiano del brand. La maglieria si addolcisce nei toni del poudre e nei volumi over dei pull punzonati.

Il concetto di vintage rinnovato si esprime con grafie floreali che vengono proposte nella seta fluida color melanzana e nel velluto verde scuro. L’estetica geometrica viene inserita nuovamente e plissettata crea gonne asimmetriche con mix di diversi plissé hand-made e abiti fluidi a tunica.

La maglieria in merinos si mescola alla stampa plissettata e si alterna a pull in costa inglese in mohair acquamarina e a giochi di righe sfalsate a più colori. La flanella gessata riporta al mondo maschile, a cui viene dato un twist grazie a nuove nuance come il grigio insieme al fucsia e al verde acqua. Il grigio viene poi sviluppato come focus di un intero corner che mescola colori e capi minimal ad una declinazione inedita della maglieria, che ravviva il corner con colori neon super vitaminici.

Il bianco e il nero chiudono la collezione creando giacche destrutturate con bande a contrasto termosaldate da abbinare a pantaloni a carota. La grafica pennellata del pied de poule viene accostata a proposte di abiti con gonna plissettata in vinile e corpetto in punto milano ricamato, portando l’eleganza di stampe intramontabili verso un approccio più spinto e moderno.

La proposta di tessuti tecnici si espande grazie al cappotto in neoprene laminato e alla gonna a tubo con maxi zip anteriore da coordinare con camicie over di seta stampate. La stampa che ravviva questo tema introduce un nuovo concetto alla collezione. Il suo sviluppo infatti, viene adattato alla plissettatura e piazzato ad hoc nei diversi modelli per creare un effetto “bordo” che incornicia il fondo del plissé.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.