Contaminazioni tra pop art americana, ready made di Duchamp e dai collage di Hamilton. Passando poi dalle geometrie e colori della sua terra, la Sardegna, per arrivare alle linee dell’arte classica.

10485613_10204279140851955_1331280452_n

Per definizione i lavori artistici di Tiziano Demuro, – classe 1992, originario di Ozieri, che da anni vive a Oschiri, borgo senza tempo Gallurese, –  sono un mix perfetto  nel quale regna un’armonia concorde con la sua personalità.

Nel nostro breve chiacchiericcio abbiamo discusso tanto intorno allo stato dell’arte, ma soprattutto cosa si intendesse per definizione di quest’importante attività che è sempre più all’interno delle dinamiche economiche e produttive.

974739_10204279140411944_1625292171_n

Ciò che non si deve perdere a mio avviso, sono le sensazioni e tutto ciò che è in grado di dare vita e emozioni e non solo, ma soprattutto a quell’insieme di idee e progetti che dall’arte prendono vita, in quanto cultura e quindi generatrice del pensiero.

<< Arte è un modo di vivere, pensare, agire>>, secondo quanto afferma Tiziano << è stupore, meraviglia, introspezione, pensiero, sofferenza. È liberazione, sfogo, esternazione del nostro inconscio con mezzi non convenzionali >>.

Sempre secondo Tiziano << L’arte è ovunque, basta saperla ascoltare, viverla e farla nostra. È come il gusto: un gioco serissimo per il quale occorre tempo per riuscire ad  affinarlo. È una soggettività acquisita in base alle esperienze che sono preziose per rincorrere quel desiderio spasmodico di essere noi stessi >>.

10748804_10204279141251965_1686916381_n

Per mezzo di un’eleganza a noi gradita, che ci rende tali solo attraverso un lento processo nel quale riconosciamo il potere salvifico dell’arte, rendendoci al pari della sua bellezza.

Come quando un comune visitatore di una mostra è estasiato dall’accostamento dei colori, delle linee e della loro perfezione a stare insieme. Incapaci di credere che nel mondo troppi non riescono a ritrovare quell’armonia, quella perfezione che è comune solo nelle opere d’arte.

10804929_10204279141331967_466103803_n

Se cercassimo solo per un filino di eguagliarne il senso, essendo pronti a vivere condividendo le nostre gioie e paure più intime, saremmo disposti a credere che Arte non è solo contemplazione di più ideali, ma il condividere una moltitudine di storie che raccontano del nostro tempo. Insieme, come a formare un collage multicolore.

La vita è un collage multicolore, sta solo a noi a definirne le linee e i contorni.

Stefano Fiori

Pinterest: www.pinterest.com/candywarhol92

Facebook: www.facebook.com/TizianoDemuro


YXU di Tiziano Demuro

Nudi, privi di oppressioni, privi di vesti, siamo noi stessi con le nostre particolarità genetiche e liberi da ogni senso di pudore.È facile farsi trascinare dalla massificazione, è molto più complesso riuscire a svelarsi e a battersi per la propria identità: menti intrappolate da opportunismo e rimodellate secondo convenienza, con tutti i mezzi anche i più subdoli. Ne consegue un discorso antiquato e fuori moda, scontato e contraffatto, omologato dallo stesso cliché, che diventa rimedio per impedire la testimonianza di una differenza.

Dal 8 nivembre al 31 Dicembre 2014

Aeroporto Olbia – Costa Smeralda

evento-facebook

Articolo precedenteConrad Punta Del Este; famoso hotel, resort e casinò sudamericano
Articolo successivoOtoplastica, la chirurgia estetica delle orecchie
Stefano Fiori. Questo è il nome. Di solito non mi piace scrivere di me, la trovo pura esibizione di se stessi, ma è anche un modo per farmi conoscere ai lettori di ALPI FASHION MAGAZINE. Non mi reputo un ragazzo come tanti, e fin da piccolo ho coltivato l’idea che trascorrere del tempo con se stessi, con la propria individualità fosse un fatto affascinante, e da cui ne sto traendo qualche frutto. Scopri cose di te stesso, che probabilmente mai nessuno saprà mai. Impari che persino il silenzio ti entusiasma, ma non quanto il rumore, che insieme hanno la particolarità di avvolgere la sensibilità che ti sei creato nel tempo. I libri sono sempre stati il mio nutrimento, la mia più grande ispirazione. Mondi nel quale rifugiarsi e vivere quando non sopporti più l’idea di vivere in silenzi immensi. I libri sono colore, uno per ogni stato d’animo. Il sorriso la mia caratteristica. Non c’è una fotografia, un vecchio filmato nel quale io non sorrida. Sono sempre stato un bambino sereno, nel senso che la mia eleganza consisteva, fin da piccolo nel procedere a passi felpati, per paura di disturbare, persino a casa mia, quello che poi sarebbe diventato il più grande regno degli amori, più che di semplici affetti. Col tempo scrivere è diventato quel modo di colmare quei vuoti, nei quali dominava l’inconsistenza più assurda. Un modo per emozionarmi, e talvolta emozionare. Scrivere mi aiuta ad amplificare il dislivello tra l’essere e l’apparire. Ciò che mi definisce, almeno fino a questo punto è una sensibilità maturata col tempo, ed un amore per la bellezza, per l’arte, per i sorrisi. Mi piace pensare che queste tre cose siano collegate e possano in qualche modo rendere più autentiche in quanto più consapevoli le persone, che muovono il mondo e gli danno dinamicità e pregio, gli danno vita. www.newstilepublications.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.