Home Luxury Motori La nuova Ferrari mette il turbo, ecco la California T

La nuova Ferrari mette il turbo, ecco la California T

Debutta al Salone di Ginevra la nuova Ferrari con motore turbo. Stile completamente rinnovato per lanciare il cavallino rampante verso una nuova era.

La stagione 2014 di Formula 1 ha visto il ritorno dei motori turbo, una pesante novità che ha completamente cambiato i piani di sviluppo di molti costruttori. In casa Ferrari l’ultima vettura di produzione ad utilizzare la sovralimentazione è stata la leggendaria F40, un’auto che ha stravolto l’universo supercar con dati impressionanti. Dopo l’introduzione della monoposto F14 T, la scuderia di Maranello ha deciso di adottare la soluzione turbo sulla nuova generazione della spider California. Il potente propulsore V8 turbo risulta molto più potente del modello precedente e al contempo riesce a ridurre notevolmente i consumi. Dopo l’anteprima sul web la vettura sarà presentata al prossimo Salone di Ginevra.

Esterni

La Ferrari California T mantiene intatte le dimensioni del modello precedente, nonostante adotti uno stile completamente rinnovato, grazie alla collaborazione con Pininfarina. Il frontale richiama molto le linee della F12 Berlinetta, con cui condivide la posizione anteriore del motore. L’ampia griglia di ventilazione anteriore è coperta da tre sottili lamelle cromate, con al centro il cavallino rampante, sui lati sono poste due prese d’aria triangolari con griglia nera. Il marchio Ferrari è posto accanto al cofano motore. I gruppi ottici si sviluppano in verticale, seguendo le linee fluide del parafango. Due ampie prese d’aria trovano posto sul cofano anteriore. Il retrotreno risulta molto largo e adotta i classici fanali di coda tondi. In basso un diffusore a tre derive ospita ai lati i quattro terminali di scarico. Il tetto rigido ripiegabile impiega 14 secondi per chiudersi. I due colori con cui presenta la carrozzeria della vettura sono gli inediti Rosso California e Blu California.

Interni e dotazioni

L’abitacolo della Ferrari California T è stato rinnovato per offrire il massimo comfort ai passeggeri. Utilizzando la classica configurazione 2+, i sedili sono rivestiti in pelle alla semianilina, al fine di offrire la massima durata del materiale. La plancia è stata ridisegnata per dare spazio alla nuova strumentazione di bordo, costituita dal grosso contagiri centrale, accompagnato ai lati da un monitor di bordo sulla sinistra ed il contachilometri a destra. Sulla console centrale trova spazio lo schermo 6,5 pollici touchscreen ad alta risoluzione del sistema di infotainment. In alto, in mezzo alle due bocchette di ventilazione è stato installato l’indicatore del Turbo Performance Engineer, un piccolo schermo che fornisce al guidatore indicazioni su come sfruttare tutte le potenzialità del nuovo propulsore turbo.

Motore e meccanica

Il nuovo propulsore V8 turbo a iniezione diretta della Ferrari California T ha una cilindrata di 3.855 cm³ e genera una potenza di 560 CV ad un regime di 7.500 giri/minuto, la coppia massima raggiunge quota 755 Nm. L’introduzione del turbo oltre ad incrementare la potenza di 70 CV ha anche ridotto le emissioni a 250 g/Km di CO2 nel ciclo combinato, circa il 15% in meno rispetto al modello precedente. Il sistema di turbocompressione utilizza le stesse tecnologie applicate in Formula 1, tra cui le turbine twinscroll di dimensioni ridotte e bassa inerzia. Il software Variable Boost Management permette al motore di avere una coppia continua salita, andando ad annullare il tipico ritardo di cui soffrono i propulsori turbo. L’albero piatto e lo scarico trifuso riescono a produrre un suono potente, che aumenta di intensità col salire di giri. Gli ammortizzatori Magnaride e la nuova scatola guida migliorano notevolmente l’assetto sportivo della California T, insieme al controllo di trazione F1-Trac di ultima generazione. La potenza di 560 CV permette alla spider di raggiungere i 100 Km/h da fermo in appena 3,6 secondi, per tenere a bada la vettura è stato installato un impianto frenante carboceramico CCM3 capace di contenere lo spazio di arresto da 100 Km/h in appena 34 metri.

Fonte: Fanpage.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.