Home / Spettacolo / Cinema / Johnson in Suspiria di Guadagnino mostrata in frame raccapriccianti
Johnson in Suspiria

Johnson in Suspiria di Guadagnino mostrata in frame raccapriccianti

Johnson in “Suspiria” è perfetta. L’attrice americana è fuori di ogni dubbio una delle più richieste del momento. La figlia di Melanie Griffith che ha raggiunto la fama internazionale con il ruolo di Anastasia Steele nella saga “Cinquanta sfumature” è il volto, innegabilmente espressivo, della protagonista di “Suspiria” di Luca Guadagnino. Non a caso il regista palermitano all’apice del successo grazie a “Chiamami col tuo nome” è tornato a lavorare con lei dopo averla diretta in A Bigger Splash (2015).

Johnson in “Suspiria” si riconferma musa di Guadagnino

Sguardo timido, perso e sognante. É la cifra che forse ha più impressionato Christian Gray (Jamie Dornan) in “Cinquanta sfumature di grigio”. Christian si innamora della studentessa Ana,  sentimentale e appassionata lettrice di Jane Austen. E ora  Dakota, anche modella ventottenne, è stata scelta insieme a Tilda Swinton da Luca Guadagnino per realizzare questo “omaggio” al regista di Profondo Rosso.

Johnson in “Suspiria” di Guadagnino accanto all’algida Tilda Swinton

Today was fun. #Suspiria

A post shared by Suspiria (@suspiriamovie) on

Per la sua rilettura del capolavoro di Argento, Guadagnino ha voluto ancora le attrici di “A Bigger Splash”: la Johnson con i capelli rossi e l’ inquietantissima strega Bianca de “Le Cronache di Narnia” Tilda Swinton. Dalla visione del primo trailer, e dal primo assaggio della colonna sonora prodotta da Thom Yorke, il remake promette bene. Sembra che il film sia estremo al punto di aver indotto Dakota a consultare uno psicanalista dopo la lavorazione. «Eravamo in un albergo abbandonato in cima a una montagna – ha dichiarato Johnson –  Avevamo 30 pali del telefono sul tetto. Quindi c’era elettricità che pulsava attraverso l’edificio, e tutti si stavano scioccando a vicenda. Era freddo come una merda. E così secco».

La “rilettura” di Guadagnino addirittura più inquietante?

È lei, l’affascinante Dakota dal volto angelico che interpreta la protagonista di “Suspiria” Susie Bannion. Susie è una ballerina americana che arriva in una Accademia di danza a Berlino, nel 1977, per crescere professionalmente. La giovane si troverà a confrontarsi immediatamente con la scomparsa di una delle altre ballerine. Poi con una serie di delitti, vittima di una storia inquietante e sinistra che coinvolge tutta la misteriosa compagnia.

I personaggi di “Suspiria” di Guadagnino come posseduti da spiriti che non trovano pace

Il rifacimento di uno dei film più famosi di Argento è stato a più riprese definito impossibile. Ma da quando alla regia è apparso Guadagnino la curiosità si è naturalmente estesa. Johnson in “Suspiria” ha dovuto indossare le scarpe di ballo rese celebri dall’attrice del film originale Jessica Harper . Il primo trailer ci immerge subito in medias res. In un universo del paranormale dominato da un senso di angoscia devastante, da misticismo e presentimento di morte. Con i personaggi come posseduti da spiriti che non trovano pace. In uno dei frame più raccapriccianti  Dakota Johnson viene mostrata con il torace aperto da un’ampia ferita sanguinante.

Il Remake di Guadagnino addirittura più pauroso dell’originale?

Jessica Harper ha dichiarato che il film di Guadagnino “è il più spaventoso” che abbia mai visto.  Inoltre, sembra che la prima scena mostrata in anteprima al Comicon di Las Vegas abbia scosso il pubblico al punto da costringerlo ad uscire dalla sala. Johnson in “Suspiria”,e in questa prima sequenza, balla davanti alla gelida insegnate di ballo Tilda Swinton, mentre nell’altra stanza un’altra ballerina si contorce innaturalmente, urla e rigetta succhi gastrici. L’Accademia di danza in cui ci farà ritornare il regista di “Chiamami col tuo nome” sarà davvero così sinistra? Sarà capace di suscitare più orrore del film originale?

Valeria Gennaro

About Valeria Gennaro

Giornalista, redattore di moda e beauty, cinema editor. Cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche.

Check Also

viola

Versatile per il giorno, chic per la sera: il viola conquista l’autunno inverno 2018-2019

L’inverno è ormai alle porte e anche le tendenze moda che influenzeranno il vostra guardaroba …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.