Home / Interviste / Intervista a Antonietta Napolitano

Intervista a Antonietta Napolitano

E’ stato un piacere aver intervistato la famosa speaker e direttrice artistica della Radio Free Station “La radio degli italiani nel mondo”, Antonietta Napolitano “Mirtilla”, che ringrazio vivamente per questa cordiale intervista.

Come ti definiresti personalmente e professionalmente?

Sono del segno dei gemelli e quindi un segno fortemente intellettuale con il desiderio di conoscere qualunque cosa per cui le ore della giornata spesso e volentieri non mi sono sufficienti per fare ciò che realmente desidero. Ho avuto diversi interessi nell’arco della mia vita ma l’unico che continuo ancora a portare avanti è quello della musica non solo dal punto di visto dell’ascoltatore ma anche la conoscenza di chi la crea e la interpreta. Ho un carattere molto affabile, comunicativo, sincera, onesta per cui le persone hanno quasi sempre fiducia in me. Dal punto di vista professionale ho sempre messo il cuore, l’anima e la mia testardaggine: se credo in un mio progetto devo portarlo avanti  sia come insegnante di lettere nelle scuole medie che come direttrice di www.radiofreestation.com

Quando e com’è  nata la tua passione per diventare speaker?

La mia passione per diventare speaker è nata per gioco in una piccola radio web circa 15 anni fa.

Potresti darci una breve presentazione sulla tua radio freestation?

E’ iniziata con piccoli mezzi crescendo in modo molto veloce supportata da tutti gli speakers che hanno creduto nel mio progetto trattando argomenti e proponendo musica diretta principalmente a tutti gli italiani che vivono all’estero. Devo comunque ringraziare tutti gli speaker che costantemente sono presenti non soltanto nelle ore delle loro dirette ma anche nell’immenso lavoro che essi stessi svolgono perché la radio possa essere sempre attiva e funzionale in ogni ora del giorno, ma soprattutto migliorata costantemente con nuove proposte.

Che senso ha per te che la tua radio sia considerata come “la radio degli italiani nel mondo”?

E’ un onore oltre che un piacere immenso pensare di essere ascoltata nei tanti paesi del mondo dove è forte la presenza degli emigrati italiani. E’ come aver creato un ponte che unisce la terra natia con il paese dove si lavora, utilizzando la musica italiana e non, per tenere vivi i legami di lingua, di cultura con la propria terra di origine. abbiamo notato da subito un grande riscontro negli ascolti soprattutto dagli stati uniti e dall’america del sud oltre che dall’europa: questo ci stimola e ci incoraggia ad andare avanti.

Cosa puoi dirci del tuo programma “Il Salotto di Mirtilla”?

L’idea di realizzare un programma come “Il Salotto di Mirtilla” è nata dalle numerose richieste degli utenti di avere la possibilità di interagire direttamente con i propri beniamini attraverso domande in diretta. In seguito abbiamo ricevuto proposte di partecipazione al salotto anche da vari artisti.

Potresti raccontarci brevemente il contenuto del tuo stupendo programma?

Il bello de “Il salotto di Mirtilla” è la capacità di trasformarsi di volta in volta  in spazio musicale, letterario, politico, medico e sociale. I contenuti di discussione ovviamente cambiano a seconda della persona o i personaggi che si intervistano. La caratteristica interessante di questo spazio è il dialogo spontaneo che rende la conversazione piacevole e distensiva. Durante le interviste sono accompagnata dai miei collaboratori ed è nostra abitudine, laddove è possibile, fare intervenire artisti amici dell’intervistato come “sorpresa” gradita.

Antonietta Napolitano

Qual’è il tuo rapporto con il famoso Joe Kage fondatore del periodico degli italiani in USA, “Christopher”?

ho conosciuto Joe Kage tramite LinkedIn e abbiamo subito simpatizzato per il comune interesse verso i nostri connazionali all’estero. E’ nato così un progetto che, attraverso il parlato della radio e lo scritto della rivista christopher possa avvicinare sempre di più i nostri utenti alle novità che propone il panorama musicale e artistico italiano. https://christopheronline.weebly.com/

Cosa significa per te la comunità italiana all’estero?

Ho avuto modo di notare personalmente durante alcuni viaggi all’estero e ascoltando racconti dei nostri connazionali all’estero come il legame con la terra d’origine sia molto forte, sentito e tramandato ai figli e ai nipoti. Le comunità italiane all’estero sono quindi una ricchezza che intendo sostenere attraverso le mie attività in radio.

Qual è stata la tua migliore esperienza professionale in italia oppure all’estero?

indubbiamente è stata “Storie dell’altro mondo” un programma in sei puntate settimanali realizzato partendo da una manifestazione interculturale presso la Scuola Istituto Comprensivo Ladispoli1 che da più di 20 anni si occupa di temi di immigrazione per poi andare a vedere come vivono i nostri connazionali all’estero. Abbiamo trattato diversi argomenti quali cibo, salute fisica e benessere psicologico, (riferito ai diversi modi di vivere in un altro paese) moda, sport etc, raccogliendo dalla viva voce dei nostri utenti le loro testimonianze. Altre esperienze degne di nota sono state la collaborazione con l’Associazione italiana Glioblastoma multiforme tumore al cervello di Simone Silenzi appuntamento annuale in diretta per seguire le fasi del convegno dove si discutono le nuove terapie e prospettive di cure per i pazienti. Sempre in campo medico si segue in diretta il convegno annuale sull’epilessia. Entrambe le manifestazioni sono seguite sul campo dai nostri collaboratori e speakers.

Qual è stato il piu grande successo della tua vita?

Professionalmente parlando considero un grande successo personale l’aver portato in radio artisti e persone di cultura che sono attualmente ai massimi livelli. considero un successo personale la realizzazione del singolo “chiromante” su musica del grande chitarrista Sergio Fambrini in arte Sergio Blanca, brano che attualmente è presente nelle classifiche mondiali.

Hai qualche progetto per il futuro?

I progetti sono tanti, la pausa estiva è servita a raccogliere le idee e ad espanderle. sicuramente l’attenzione sarà sempre rivolta alle problematiche che riguardano gli italiani nel mondo e stiamo già lavorando in questa direzione.

Come ti possono trovare i lettori e dove è presente la tua radio?

i miei contatti personali sono:

radiofreestation.info@gmail.com

facebook: antonietta mirtylla napoletano

www.radiofreestation.com

la radio è presente su Google,  Twitter, LinkedIn e Instagram.

Per concludere: ringrazio vivamente la tua gentilezza e disponibilità per questa stupenda ed interessante intervista per Alpi Fashion Magazine e ti auguro tutto il meglio

Molte grazie Alejandro ed auguro ai lettori tutto il meglio!

Posted and Interviewed by Avv.Mg.Alejandro Di  Noto.(Argentina).

About Alejandro Di Noto

Nato in Argentina nel 1975 di origine italiana. Si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università Argentina de la Empresa. Di professione avvocato indipendente. Master conseguito in Ingegneria dell'Innovazione presso l'Università di Bologna ed anche esperto ICT per Marketing ed Innovazione Industriale con alta formazione presso l'Università di Bologna, con progetto aziendale di stage sul settore marketing dell'industria del beachwear italobrasiliano. Poliglota. Libero Docente di Lingue Straniere. E' stato speaker e produttore di programma radio culturale per la comunità italiana in Argentina. Diplomato ed appassionato di ufologia, metafisica, parapsicologia ed ontosofía. Libero scrittore di articoli culturali, fashion, glamour, turismo e misteri della vita e dell'Universo. email: alnot20@yahoo.com.ar

Check Also

GHD,glass hair

GHD scaglia il trend alert dell’autunno: Glass Hair

Glass Hair è il nuovo trend di tendenza per i vostri capelli. Secondo GHD, la famosa …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.