imageNella mentalità odierna si pensa spesso per luoghi comuni, dove il fato, gli altri, sono responsabili di certi eventi. Non ci si rende conto che la consapevolezza personale ed il libero arbitrio sono comunque elementi distintivi e determinanti per migliorarci sempre. I Tarocchi sono davvero il nostro specchio: riflettono ciò che siamo. Nel mio particolare percorso di analisi profondo dell’essere, ho visto e vedo continuamente un egoismo cieco. Prevale l’io malsano addossando il negativo all’esterno. Se cerchiamo continuamente il benessere individuale associato ad un evento o persona, l’energia rimane concatenata solo ed esclusivamente a certi elementi. Senza volerlo, si crea una dipendenza inevitabile. Bisogna interrompere questo circolo vizioso per evitare il ripetersi degli stessi avvenimenti. La carta, in questi casi appunto, rileva continuamente l’Appeso, arcano maggiore che segnala un blocco, un sospeso sugli sviluppi. Per crescere, in ogni senso, bisogna liberarci da queste schiavitù mentali che ci portano ad essere davvero dei “tossici dipendenti emotivi” alla ricerca del falso benessere…

Stefania Merello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.