Home Spettacolo Arte La Fiera di Sant’Orso illumina la Val D’Aosta

La Fiera di Sant’Orso illumina la Val D’Aosta

Il prossimo 30 e il 31 gennaio si svolgerà in uno degli scenari più belli e suggestivi della Val D’Aosta la Fiera di Sant’Orso, meglio nota come La Millenaria. Si tratta di un atelier dove i migliori artigiani dell’area si incontrano per confrontarsi e mostrare le proprie opere scultoree. Nel cuore del centro storico di Aosta prenderanno vita cortei folcloristici, con celebrazioni che si inoltreranno fino a notte fonda, impreziosite dall’arte della pietra ollare. Il percorso si dirama attraverso le arterie percorribili anche a piedi o con l’ausilio di una navetta, e le piazze principali della città: dall’Arco D’Augusto fino a Piazza della Repubblica, da via Guido Ray a via E. Aubert, da via Porta Pretoria a via Sant’Anselmo, con punti di ristoro RossoNeri, dove ci si potrà rifocillare con prodotti come la fondina, la carbonada o piatti freddi.

foto Darvin Andrioli

 

Si continua poi con la Veillà che nel dialetto del luogo significa “veglia”, un cerimoniale che anticamente cementificava le unioni familiari e che oggi si realizza per ricordare le migliori età trascorse nelle fredde stalle, per narrare storie e leggende tramandate,  nel mentre si svolgono attività ludiche e di intrattenimento, avvolti dal calore di un buon vino brulè, sorseggiando il brodo tipico ed assaggiando le leccornie tipiche della tradizione valdostana. In tal proposito, apriranno bottega anche le “crotte”, cioè la cantine del borgo che accompagneranno i visitatori con musica e momenti di incontro.

Numerosi sono gli archetipi della cultura alpina: dai ciondoli ai sabot, cestini ai rastrelli, fino alla Coppa dell’Amicizia e alla Grolla, una particolare coppa da vino, intorniata con l’argilla e rifinita a mano. E ancora, intagli in legno, souvenir ed oggettistica in ferro, rame, ceramica, vetri e tessuti, e un padiglione gastronomico dedicato alle tradizioni e alle prelibatezze di una terra che con i suoi paesaggi da cartolina è oro prezioso per il turismo nazionale ed internazionale, soprattutto durante la stagione sciistica invernale.

Marianna Gianna Ferrenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.