Home Eventi Il giornalista RAI Emilio Casalini a Rovigo per parlare di turismo

Il giornalista RAI Emilio Casalini a Rovigo per parlare di turismo

Il 13 gennaio si svolgerà al Palazzo Roncale di Rovigo un incontro con il giornalista Rai Emilio Casalini che parlerà dei problemi del turismo e delle carenze che impediscono all’Italia, nonostante il suo enorme patrimonio artistico, culturale ed architettonico, di assumere un ruolo da assoluto protagonista a livello mondiale. Nel suo ultimo libro “Rifondata sulla Bellezza, il reporter rileva come il nostro paese non riesca a sfruttare a proprio vantaggio le defaillance che esistono negli altri Stati, i quali a volte, pur tra errori e difficoltà,  riescono a compensare alle loro carenze strutturali con progetti di sostenibilità economica ed ambientale.

L’incontro è stato organizzato dalla Rovigo Convention & Visitors Bureau e promosso dalla Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare rientra nel ciclo di eventi “5 appuntamenti…viaggiando tra arte e cultura”. Un’iniziativa realizzata in concomitanza alla mostra “I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia” di Palazzo Roverella, alla Mostra “Profumo a Villa Badoer di Fratta Polesine”, al vernissage del “Museo Virtuale MUVIG di Canaro”, e preceduta da altri quattro simposi, dedicati ad argomenti di stringente attualità, che gravitano attorno all’universo femminile e alle sue evoluzioni culturali, sociologiche e psicoanalitiche.

 

Giornalista professionista, Emilio Casalini lavora dal 1997 alla realizzazione di documentari e inchieste che fanno uscire dall’ombra tutte le ambiguità e le contraddizioni di un’Italia che ha un enorme patrimonio (artistico, architettonico, culturale paesaggistico e storico etc.), ma che è avvolta nel cono d’ombra della corruzione e del malaffare. Nel 2010, dopo aver vinto il Premio Giornalistico Enzo Baldoni grazie ad un documentario sulla condizione dei giovani in Iran, arriva a Report, collaborando anche con Rai News e Rai Educational e con Il Corriere della Sera.

Autore di alcune inchieste come “C’era una volta”, “Un mondo a colori” e “Crash” Casalini mostra uno spaccato della società che, nonostante tutto, non si piega alle pressioni delle organizzazioni criminali o alle collusioni del potere e con uno scatto di orgoglio cerca di emergere dalle economie sommerse. Il suo lavoro di scavo  continua con le inchieste sul sistema dei rifiuti e sulle tangenti che lo sottendono, grazie alle quali nel 2012 vince il Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi.

 

Il suo non è uno sguardo annichilente, ma è rivolto al “buono” che si può costruire per le  future generazioni e per garantire loro prospettive migliori, senza rinnegare gli errori commessi nel passato e nel presente. Ad intervistarlo sarà la blogger e presentatrice Wendy Muraro.  L’obiettivo è quello di far comprendere che nel turismo non ci si può accontentare, ma si può costruire un progresso sempre rivolto verso il miglioramento della comunità e più in generale della società in cui si vive, riconoscendo le peculiarità che un territorio può offrire. Ciò può essere realizzabile mediante oculate strategie di marketing e attraverso il riconoscimento di una cultura identitaria e la vitale necessità di non deturpare il territorio, poiché arriva il momento in cui la natura, con la complicità dell’uomo, diventa antagonista.

Marianna Gianna Ferrenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.