È tutto pronto a Potenza per FermiamoLa violenza sulle donne, l’evento promosso dall’Associazione  di promozione sociale potentina “Sinergie Lucane”. La mission è sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e il femminicidio. “Sinergie Lucane” ha messo in agenda quest’iniziativa per venerdì 13 aprile, presso il museo nazionale di Potenza “Dinu Adameșteanu”.

Iniziativa contro la violenza sulle donne a Potenza

Nei giorni scorsi – si ricorda – il titolo dell’iniziativa è stato rettificato con “FermiamoLa violenza sulle donne”. “Questo – come si legge in un comunicato – è stato deciso ad unanimità dal consiglio direttivo di “Sinergie Lucane”. E dopo i dibattiti sollevatisi in seguito all’intervento della Consigliera regionale per le Pari opportunità Ivana Enrica Pipponzi che ne aveva chiesto la rimozione per “istigazione alla violenza e messaggio fuorviante oltre che linguaggio non di genere”.

Ivana Pipponzi

La nota dell’Associazione “Sinergie Lucane”

“Rimaniamo certi di guardare sempre alla sostanza e alla concretezza – si legge nella nota dell’associazione – e di combattere questi fenomeni violenti con i fatti, siamo altresì certi che tale comunicazione non avesse nulla di fuorviante (ci si riferisce al titolo dell’evento fissato in precedenza  “Amore, ma se mi uccidi, poi chi picchi?”. “La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”) ma volesse semplicemente colpire l’inconscio di tutti e sollevare vera attenzione”. 

“Crediamo di aver raggiunto un primo risultato – hanno scritto gli organizzatori – far discutere sul problema, auspicando tutti a farlo, e a non fermarsi al tipo di comunicazione, interpretando la psicologia della comunità. Provando insieme, davvero, ad alzare il livello della riflessione su di un fenomeno gravissimo come il femminicidio. La battaglia di tutta la comunità – si  conclude nella nota- deve essere quella di risolvere questo grave crimine”.

http://www.sinergielucane.it/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.