In occasione del 25 novembre, “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, l’Università degli Studi di Salerno celebra la forza di coloro che si battono per il rispetto delle donne con un’installazione molto particolare, la “Panchina rossa UNISA”, che sarà inaugurata presso il campus in via Giovanni Paolo II a Fisciano.
L’iniziativa è promossa dall’Osservatorio Interdipartimentale per gli studi di Genere e le Pari Opportunità/OGEPO, e fa parte del progetto “Panchine Rosse”, che ha già visto la partecipazione di diversi Comuni italiani. Le panchine purpuree sono il simbolo delle donne vittime di violenza, e diventano l’emblema universale del posto “occupato” da una donna che ha subito femminicidio, matricidio o stalking.
Sulla Panchina rossa UNISA, però, campeggerà una “frase-simbolo” atta ad interpretare l’impegno dell’Ateneo nel contrasto a ogni forma di discriminazione di genere, e che sarà selezionata tra le tante proposte degli utenti di Facebook pervenute al link: https://www.facebook.com/events/191838974594794/.
Lo slogan migliore e più rappresentativo, che sarà in grado di tradurre in parole e trasmettere l’impegno dell’Ateneo su questi temi, sarà stampato sulla #PanchinaRossaUNISA in occasione della sua inaugurazione pubblica, venerdì 18 novembre 2016 presso il campus di Fisciano.

panchina rossa

Il rosso della sofferenza, della passione e dello spirito di rivincita delle donne sarà così ornato di parole simboliche che accoglieranno i passanti ogni qualvolta, soffermandosi dinanzi all’installazione, si ricorderanno di quelle oltre 300 donne uccise in Italia dal 2000 ad oggi, e delle 69 donne già morte nei primi mesi di quest’anno. Attualmente, in Italia, una donna viene uccisa ogni tre giorni: una vera carneficina, che va combattuta partendo dall’ambiente studentesco, dalle scuole ma anche dalle università, dove i temi del rispetto della vita umana e del governo delle passioni morbose non vengono affrontati a sufficienza; e dove tuttora, spesso, si consumano tragedie che, se non nell’immediato, finiscono per condizionare la vita dei giovani e potenziali stalker fino all’età adulta, con disastrose conseguenze.
Nei prossimi giorni sarà possibile seguire l’evento in programma all’Università degli Studi di Salerno anche sui social, utilizzando gli hashtag #panchinarossaunisa #scrivilatuafrase #controlaviolenzasulledonne o collegandosi alla pagina ufficiale (link qui): in un momento storico così delicato, la società non deve dimenticare cosa rappresenta l’universo femminile per l’umanità. E questo lo sanno bene anche le donne campane.

Maria Cristina Folino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.