Nelle due collezioni uomo del giovane Yung Wong va di scena la dissonanza. Fra linguaggi e stili fashion contrastanti, fra classico e avanguardia, rigore matematico e calore artigianale.

Vincitore di un Avery Dennison Fashion Innovation Award e studente alla Nottingham Trent University, il giovane designer di Hong Kong ricerca soluzioni e possibilità architettoniche in grado di rappresentarne la complessità e il dinamismo.

Ispirata alle architetture di Zaha Hadid, la progettazione di Yung Wong turba di proposito la quiete di superfici a riposo con tortuose asimmetrie e mosaici geometrici che evocano la grafica vettoriale e si disarticolano a sfumare sui tessuti.

Si definiscono così delle forme nuove, dalla geometria instabile, dove l’unità evidenzia il frammento. Per realizzarle il designer utilizza controfodere per indurire lo chiffon, in un effetto di texture tridimensionali di rigidità e morbidezze.

Camicie cristallizzate in forme futuristiche, attraversate da dattagli in materiali inaspettati come il legno, cercano il connubio formale con la morbidezza di gonne pantalone color panna. A livello cromatico spicca l’uso di una palette di colori ghiaccio che spaziano dal celeste, al rosa pastello, fino al beige.

Designer: Yung Wong
Fotografie: Friendo Ng@PAM
Make-up: Elanine Lai
Modello: Timur S@MG
Fonte: Lanciatrendvisions.com

 

Articolo precedenteAndrea
Articolo successivoSeduta libera: ‘De-Evolution’ di Brad Ascalon
Alpi Fashion Magazine è una testata giornalistica che tratta argomenti di moda,arte nuovi stili, eventi, talenti e mode contemporanee. Il suo obiettivo è quello di rendere il mondo della moda multimediale e accessibile. Testata giornalistica Autorizzazione Tribunale di Cagliari – Numero ruolo: 02/16 del 12/04/2016

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.