Home Fotografia Dura la vita per un fotografo su Instagram!

Dura la vita per un fotografo su Instagram!

Instagram

L’avreste mai detto? Per diventare fotografi apprezzati sui social, e in particolare su Instagram, bisogna adattare il “linguaggio” per immagini ad un metro di valutazione che riguarda prettamente il target di utenti che frequentano la piattaforma di condivisione prescelta.

Non basta pubblicare belle immagini: ci dev’essere un filo conduttore, uno stile chiaro e immediatamente riconoscibile (la “firma” di ogni fotografo), e le foto devono essere di grande (e rapidissimo) impatto, così che gli autori dei “Mi piace” restino impressionati al primo sguardo. Che fatica!

Ecco una guida semiseria all’arduo tentativo di sopravvivere nella giungla dei “fotografi social”.

  1. Se non pubblichi foto di cieli stellati e aurore boreali non sei nessuno.

Ebbene sì: più stelle ci sono nella foto, più panorami notturni mozzafiato collezioni, più nitidezza è presente nell’immagine pubblicata, e più i likes piovono a fiumi (vedi K.d.s. photography: https://www.instagram.com/k.d.s.photography/). Gradite anche le varianti fantasy con fotomontaggi di panorami immaginati (prendi spunto da @alijardine: https://www.instagram.com/alijardine/)

Instagram
Fonte: Instagram
  1. Se non hai almeno la foto di una veduta da un grattacielo, sei un pivello (!)

I fotografi “professionisti” si riconoscono dagli skyline di Manhattan e Los Angeles, ma anche dagli scatti impossibili sulla cima più alta dei grattacieli… riuscirai ad avere abbastanza coraggio da procurarti foto del calibro di @skyisthelimitphotography, @amazingskyscraper & company?

  1. Se non hai almeno 1m followers (un milione di followers) su Instagram, perché dovresti avere il mio “Mi piace” sul tuo ultimo post?”.

La logica degli #igers è che le apparenze contano…

  1. La tua foto è carina/molto introspettiva/meditativa: ma perché non fotografi gattini?!
  1. Se nella tua foto c’è la combo palme+tramonto+ragazza in posa artefatta, stai sicuro che piacerà a più di quanti hanno commentato la foto dei cielo stellato (vedi punto 1).
  1. Fotografi qualcosa di banale (es. una vecchia porta malridotta con i cardini consunti e l’essenza di una vernice completamente sbiadita)? Un filtro giusto e una citazione ad effetto, e… “Sì, quello è un fotografo”.
Instagram
Fonte: Instagram
  1. Se unisci fantasia e realtà, potresti avere successo.

Alcuni esempi da seguire: @brahmino, @lightlabitalia, @qta3.

  1. Segui e sarai seguito.

Guai a non ricambiare un follow! Potresti scatenare l’hater che si cela dietro ogni iger qualunquista.

  1. Chi di hashtag ferisce, di #hashtag perisce…

Se vuoi essere seguito da un determinato target di utenti, occhio agli hashtag che scegli: l’iger medio valuta anche le parole-chiave con cui pubblicizzi le tue foto, e se si tratta di hashtag di moda, tanto meglio! #canon #nikon #reflexlovers #ihavethisthingwithfloors #ciaoigers #instaphoto

In definitiva, il vero segreto è coniugare il proprio stile personale alle mode passeggere creando qualcosa di unico e speciale, che si faccia notare al primo sguardo. Ogni fotografo ha i suoi segreti, ma possedere una Reflex non fa di te un professionista!

Usa i social per promuoverti solo se ne vale davvero la pena, e occhio: anche Instagram può diventare una bella vetrina per i tuoi lavori o per pubblicizzare un servizio professionale, a patto di comprendere che ogni “social” esige una presentazione e un piano di comunicazione differente.

(Fonte dell’immagine di copertina: www.frasiaforismi.com)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.