L’azienda è stata voluta e fondata da Giuseppe Baiardo, con il chiaro obiettivo di ricercare e lanciare nuovi designer. Da qui il nome CDivertiamo, che trasmette la mission di quest’azienda, con l’intento di differenziarsi dalle griffe ormai mature e consolidate con l’intera produzione in Italia e con tecnologie avanzate. Una sfida coraggiosa, da ammirare.

Alain Tondowski è un brand di lusso dell’omonimo designer francese, le cui scarpe sono pensate per una donna forte che abbraccia sia il suo lato maschile che la sua sensuale femminilità. Il suo brand esprime e illustra al meglio la sua creatività, la sua conoscenza dei pellami, il suo gusto materico e il suo amore per un design graffiante e deciso. La collezione SS18 presenta un nuovo tacco a cerchio. Si tratta di un perfetto semi cerchio inspirato ai volumi e alle forme moderniste del movimento Bauhaus, rifinito in tonalità cromate come il corpo di una macchina, o in bianco e nero laccato per un effetto basico e allo stesso tempo sofisticato. Ciabatte facili da indossare rivestite in pelle intrecciata con un motivo a scacchi – un cenno al cliché di Jaques Tati degli anni ’50 – e selvagge piume neo-couture, intrecci di pelle, occhielli di metallo ed intrecci di PVC e raffia. Elementi che richiamano gli anni ’60 il cui spirito è comunicato attraverso sling-backs e nuove pantofole create in uno stile grafico e minimale per enfatizzarne le linee, o attraverso l’integrazione di decorazioni fatte a mano, sia classiche che artistiche. In questa collezione è possibile ritrovare un omaggio al designer giapponese, Tokio Kumgagai, che ha ispirato il designer. La palette di toni grigi e verdi contrasta con il nero e bianco, con il giallo girasole, in vernice o in vitello nella tonalità del beige più commerciale.

Rayne inizia la sua carriera con la produzione di scarpe per il teatro dal 1885, anno in cui Henry e Mary Rayne aprirono il primo laboratorio artigianale. L’anno di svolta del brand fu il 1947, quando la principessa Elisabetta, ora Regina d’Inghilterra, indossò le scarpe Rayne per il suo matrimonio con il principe Filippo. Rayne diventa così fornitore ufficiale della famiglia reale. Il marchio coniuga insieme lo charme dell’aristocrazia britannica, eccentrico ed irriverente, e l’audacia della Londra di tendenza. Nel 2014 con CDivertiamo il marchio è stato rilanciato, preservando il bon-ton e la sofisticatezza. La collezione SS18 prende ispirazione dagli idilliaci cottage di campagna nello Yorkshire, dalle serate glamour nei quartieri west end di Londra, insomma la donna Rayne di questa stagione varia la scelta della scarpa in base al suo mood e all’ambientazione. Dallo spirito vintage, la collezione trae ispirazione dalla palette di colori brillanti degli anni ‘50 e ‘70, utilizzando materiali lussuosi con tinte iridescenti e dettagli floreali che ricordano le stampe British e neo-couture. La ormai iconica “Adalberta” ritorna in nuove tonalità di vernice soft, sia open-toe che a punta chiusa, su diverse altezze. Da questa stagione viene introdotta una nuova struttura: chiusa alla punta come un becco, su un tacco ispirato al rock-couture. L’altezza del tacco è adatta a tutti i giorni, offrendo comfort dal giorno alla notte. Un nuovo sandalo trae ispirazione dagli archivi del brand: un mix di modelli iconici dagli anni ‘40 e ‘70 combinati insieme per creare un modello unico e sofisticato, con un piccolo platform molto facile da portare. All’interno della collezione è ricorrente l’uso del fiocco iconico Rayne, prodotto in tessuto e arricchito dal lucente ayers o da altre pelli stampate con grafiche appariscenti.

CDivertiamo
rayne, cdivertiamo

Arvid Yuki Shy è un brand contemporary, le cui collezioni vogliono essere un omaggio alla forza e alla bellezza femminile della donna moderna. La prima collezione nasce agli inizi del 2000 e trae ispirazione dalla storia di Arvid Yuki, uno stilista giapponese che ha vissuto per molti anni a New York, dove ha potuto coltivare la forte passione per la fotografia. Oggi è un marchio di avanguardia e soprattutto di ricerca, con uno spirito rock ma allo stesso tempo sensuale e femminile. Una parte importante della collezione è dedicata alle sneakers, che rappresentano il tratto distintivo di questo brand. Per la collezione SS18 le contaminazioni sono molteplici e provenienti da diverse parti del mondo, ma sempre esotiche: nappe indiane, tessuti tropicali e pellami pregiati come ayers e pitone che per la prima volta vengono impiegati ad impreziosire i modelli creando un gioco di luci e colori.  A contraddistinguere l’intera collezione è l’uso ricorrente di nastri bianchi e neri, a contrasto con i colori vivaci della tomaia, e di maxi fibbie, declinate in tutte le strutture per definire una storia e un fil rouge che da sempre caratterizza il brand. I nastri sono utilizzati nei cinturini o inseriti nelle tomaie o nei lacci alla caviglia. L’accessorio a disco, diventato ormai la firma del designer, lo troviamo interpretato nei sandali, nelle sneakers e nelle ciabatte, sia rivestito in pelle che lasciato “nudo” in nikel. La palette di colori è volutamente ottica ed estiva: oro, acciaio, bronzo e bianco sono contrastati da verdi, gialli e rossi. Presenti anche colori naturali come il beige, il verde basilico e il blu. L’immancabile ballerina a sacchetto per la prima volta viene presentata anche come sabot; il sandalo con tacco grosso, proposto anch’esso come sabot open toe viene reso giovane e aggressivo da una maxi patta e da fibbie, occhielli e nastri; un nuovo sandalo tacco alto con plateau pensato anche per la sera con colori più scuri, neri e blu; infine viene ripreso il camperos dalla collezione invernale, reso estivo da una suola più leggera e dall’impiego di colori luminosi quali  oro, bianco, beige e argento. La parte sneakers viene rappresentata dalla slip-on e dal ciabattone con zeppa. Il ciabattone viene reso più aggressivo da una doppia zeppa, la prima in gomma e la seconda rivestita in tessuto o in camoscio.

CDivertiamo
Arvid Yuki Shy, cdivertiamo

Antolina è il nuovo progetto della designer Mariela Schwarz Montiel. Antolina era il nome della nonna paterna di origini paraguayane a cui sono legati i suoi ricordi più dolci dell’infanzia. Le scarpe sono fatte interamente di cotone intrecciato a mano dagli indiani maka, una tribù etnica del Paraguay. Il cotone viene raccolto a mano, filato e intrecciato dopo essere stato tinto con colori vibranti e luminosi ispirati dall’ambiente circostante. Il blu del cielo, l’arancione della terra, il verde della foresta tropicale e il giallo del sole sempre presente su tutto il paese. Il tessuto dà vita così ad una scarpa unica e piena di significato, che viene assemblata da Luis Castaner, padre e maestro delle Espadrillas. Tramite questo progetto Mariela Montiel, con il supporto CDivertiamo, vuole contribuire al sostegno di questa tribù indigena e alla salvezza di una forma d’arte sempre più in pericolo: l’artigianalità.

CDivertiamo
antolina, cdivertiamo

Cori Amenta è una designer italiana. Il suo gusto e la sua creatività, uniti a una forte determinazione, la portano a guadagnarsi uno spazio di rilievo, prima come stylist poi come designer. Nel 2012 fonda il brand di calzature che porta il suo nome e con la quale vuole soddisfare le esigenze delle clienti, proponendo una numerata con lo sviluppo fuori misura, per consentire ad ogni donna di indossare calzature fashion. Le origini mediterranee e l’ispirazione pop sono il trait d’union che identifica le collezioni Coriamenta. Il focus della designer è sulla seduzione e femminilità.

“Per diversi anni sono stata a contatto con celebrities: donne splendide, spesso top model, in difficoltà nell’adattare delle scarpe troppo piccole per i loro piedi. Vorrei dare alle donne con un piede dal 39 in su ciò che le altre donne trovano facilmente: delle scarpe belle, seducenti, di stile.”

A caratterizzare lo stile eclettico del brand è l’uso iconografico e reinterpretato dell’ala, che diventa un must have ed è presente in tutte le collezioni. La collezione SS18 presenta come muse ispiratrici il cobra reale, serpente corallo, mamba nero, krait e i serpenti più velenosi del mondo. Una femme fatale, seducente, elegantissima, per una identità forte e definita. Colori brillanti ispirati agli animali peccaminosi per eccellenza spaziano dal verde smeraldo al fuxia, al bluette, passando per il bianco ottico, il nero per un effetto grafico d’impatto. La nappa diventa intrecciata, e i materiali diventano leggeri come mignon per ridisegnare i nuovi bikers e texani.  L’ala spiegata viene declinata in moltissime varianti, dal giorno alla sera. Nuovi sabot, sia alti che bassi, sandali flat, tronchetti e texani sono pensati per il giorno, proposti in colori naturali e in materiali freschi come il lino grezzo e la nappa. Per la sera sono immancabili i sandali con tacco a spillo e leggero plateau e stivali cuissardes altissimi, in cui i materiali preziosi come l’elaphe sono accesi da colori forti: oro, silver e bronzo.

CDivertiamo
coriamenta, cdivertiamo

La prima collezione di scarpe di Zhanna Badoeva, famosa presentatrice di numerosi show televisivi, è il risultato della collaborazione con lo stilista italiano Ernesto Esposito. L’omonimo brand vuole rappresentare a pieno la filosofia di vita di Zhanna. Ogni paio creato da questo duo creativo è una vera opera d’arte. La combinazione delle diverse texture di pelle, velluto e pelliccia, rendono unica la collezione. La palette di colori include brillanti e sature sfumature di rosso, nero e verde, con vari disegni e stampe.

www.cdivertiamo.com

CDivertiamo
Zhanna Badoeva, cdivertiamo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.