Con linee classiche o resa bon ton grazie a rouches, con dettagli gioiello o maniche a sbuffo, la camicia bianca diviene un pezzo immancabile nel guardaroba di ogni singola donna per questo autunno inverno 2016.

Da sempre considerata passepartout per appuntamenti formali o serate eleganti, resa celebre soprattutto grazia al magico tocco di Ferrè, viene riproposta sulle passerelle di tutto il mondo con giochi di interpretazioni e rivisitazioni. Look semplice ma sofisticato, forme allungate e svolazzanti per Céline che la propone da indossare con pantaloni molto ampi e scarpa flat, per una donna che ama essere cool, senza rinunciare alla comodità.

Celine
Celine

Destrutturata ma pur sempre elegante, perfetta per business woman e per l’ufficio quella Jil Sander: colletto boyish reso iper-glam grazie agli spizzi di tessuto che ornano il davanti. Un connubio perfetto tra mondo maschile e non.

Jil Sander
Jil Sander

Un inno alla normalità e alla vita quotidiana, la versione firmata Chicca Lualdi. Taglio deciso, un sottile bordino nero che orna la texture e design estremamente moderno, mentre completi da uomo risultano ingentiliti: il mix ideale per una moda più disinvolta, perfetta da sfoggiare da mattina a sera.

Chicca Lualdi
Chicca Lualdi

Femminilità sicura e decisa, allure sensuale e seduttivo per Anthony Vaccarello: le lunghezze si accorciano lasciando intravedere le gambe mentre le camicia è quella classica, maniche lunghe e bottoncini tono su tono. Idonea a qualsiasi situazione e look.

Anthony Vaccarello
Anthony Vaccarello

Decostruita, oversize, versatile: questi gli aggettivi perfetti per il modello DKNY. Ensemble provocatoria ma decisamente trendy con ispirazioni street. Un pizzo ricamato che decora il davanti, spacchi laterali e ispirazione fashion per pezzi capaci di raccontare la vita in modo ironico.

DKNY
DKNY

Un capo che non stancherà mai: arricchita con accessori o lasciata libera, a voi valorizzarla e raccontare lo stile che più si addice.

Monica Casola

Articolo precedenteMark Isarin il fotografo degli Angeli
Articolo successivoMilano Fashion Week: Aigner primavera estate 2017
Sono nata in Ancona ma risiedo in una ridente cittadina delle Marche, Ascoli Piceno, chiamata la citta delle 100 torri. Sono cresciuta ad Ascoli ma nel mio sangue scorre anche tutta la passione e la vivacità tipica meridionale. Giornalista pubblicista e da sempre affascinata dal mondo dell'arte e del Fashion. Attualmente sono assistente addetto stampa di un famoso brand di calzature, trascorro la mia vita tra comunicazione e articoli di moda. Incantata dal romanticismo degli abiti di Elie Saab, che come principesse ci trasporta sempre in un mondo fatato; stregata dalla genialità di un Karl Lagerfeld, che sa rendere innovativo ciò che non potrebbe essere più classico. Eterna sognatrice che crede che i sogni e le passioni siano il respiro autentico della vita. Amo viaggiare, conoscere posti, nuove tradizioni e ogni tanto vivere anche qualche brivido di adrenalina. Vera appassionata e collezionista di scarpe: il tacco è l'accessorio giusto che racconta tutti i segreti più profondi di una donna. Vera paladina della giustizia e non per ultimo innamorata dell'amore. Citando Coco Chanel, Il mio leitmotiv è: la moda passa ma lo stile resta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.