Home / Spettacolo / Libri / Trento, parte la rassegna letteraria Lib(e)ri dialoghi
Lib(e)ri dialoghi
Luoghielibri

Trento, parte la rassegna letteraria Lib(e)ri dialoghi

Comincia oggi la terza stagione di Lib(e)ri dialoghi, la rassegna letteraria promossa dalla Biblioteca Museo storico del Trentino di Trento, che prevede sei incontri con i libri e i loro autori, occasioni di confronto, di scoperta o di ri-scoperta. Tra gli argomenti che si affronteranno: la storia orale e la storia in tv, i viaggi ducali nel Trentino, in Veneto e in Friuli Venezia Giulia, la vita militare e civile,  le narrazioni cosmiche e i saccheggi del sapere.

In Italia molti centri e istituti di ricerca si occupano della conservazione delle fonti orali, ma spesso manca una visione di insieme. Alla fine del 2015 – si ricorda – l’Associazione italiana di storia orale e la Fondazione Museo storico del Trentino, con la collaborazione dell’Università di Trento e dell’Università Ca’ Foscari di Venezia avevano proposto il convegno “Buone pratiche di storia orale: questioni etiche, deontologiche, giuridiche”; poi la rivista “Archivio trentino” ha dedicato il suo ultimo numero alla raccolta degli atti della giornata di studi, contribuendo a definire alcuni standard minimi e a favorire la messa in rete, e la condivisione, di competenze, tecnologie e risorse.

Il primo incontro “Collezioni di voci” si svolgerà oggi, a partire dalle 17 e 30, presso la Biblioteca della Fondazione Museo storico del Trentino, sita in via Torre d’Augusto, a Trento. Parteciperanno Alessandro Casellato, Andrea Giorgi e Michele Toss. In particolare, il docente di storia contemporanea all’Università di Venezia Alessandro Casellato discuterà sullo stato dell’arte nell’ambito della storia orale e saranno con lui Andrea Giorgi, docente di Archivistica all’Università di Trento e Michele Toss, ricercatore della Fondazione Museo storico del Trentino.

Lib(e)ri dialoghi
Il mio libro

La rassegna letteraria Lib(e)ri dialoghi proseguirà poi il 19 ottobre con l’approfondimento dei viaggi compiuti nell’Ottocento da Francesco IV d’Austria d’Este, nelle terre estensi e lombardo-venete, raccolti nel “Giornale dei viaggi”.  Il presidente della Società di studi trentini di scienze storiche Marcello Bonazza dialogherà con Alberto Cenci della Casa editrice “Antiche porte” di Reggio Emilia che nella collana “Le Tracce” ha raccolto queste preziose testimonianze, ricche di annotazioni sociali, paesaggistiche e architettoniche.

Un nuovo dibattito nella Biblioteca della Fondazione è in agenda per il  26 ottobre in cui si parlerà dei programmi di storia in televisione, alla presenza dell’autrice del libro “Tutto fa storia”, Sara Zanatta, nonché ricercatrice della Fondazione Museo storico del Trentino, che si è occupata dei programmi di storia in televisione, delle loro strategie editoriali, dei trend narrativi che li hanno influenzati e delle scatole tematiche che li tengono insieme.  Di quest’ultimo lavoro editoriale, di processi culturali e di linguaggi mediali l’autrice ne parlerà con il ricercatore dell’Università di Bologna Luca Barra e con Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo storico del Trentino.

Poi si tornerà il 9 novembre con i curatori del volume “Discorsi militari” di Giovanni Boine, discuteranno di questa riscoperta editoriale. «Tento qui di fissare le basi logiche della vita militare e di fondare su di esse la stessa vita civile. Metto in accordo esercito e nazione ricercando i presupposti ideali d’entrambi». A distanza di oltre un secolo dalla sua prima pubblicazione la Fondazione Museo storico del Trentino, nella collana “Passati presenti” ha riproposto, in una nuova edizione rispettosa delle scelte tipografiche operate allora dall’autore, e corredata di contributi critici, il volume “Discorsi militari”  definito al tempo il «migliore successo» commerciale della Libreria della Voce. I curatori del volume, la poetessa e ricercatrice Chiara Catapano e Andrea Aveto, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università di Genova, discuteranno di questa riscoperta editoriale. Forse non tutti sanno che a porre le basi della famosa teoria cosmologica del Big Bang fu il sacerdote e cosmologo belga Georges Edouard Lemaître, al centro dell’ultimo libro di Mauro Stenico “Dall’archè al Big Bang”.

L’autore lo presenterà martedì 14 novembre e si confronterà con il docente di Ingegneria industriale all’Università di Trento e studioso del rapporto tra scienza e fede, Giovanni Straffelini.

I lavori della rassegna si concluderanno 15 novembre con la vicenda del saccheggio della Biblioteca Dei Girolamini di Napoli, la più antica istituzione culturale statale partenopea. Uno “scandalo” recente, balzato agli onori della cronaca internazionale. Arnaldo Loner, avvocato, bibliofilo e cultore della storia del libro, presenterà e discuterà la vicenda che ha visto come protagonista Massimo De Caro, condannato a sette anni di reclusione, per aver sottratto alla Biblioteca, di cui era direttore, bel 4mila volumi preziosi.

fonte: www.ansa.it

Valeria Gennaro

 

About Valeria Gennaro

Giornalista, fashion and cinema editor, cultrice della
materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication.

Check Also

Regali

Regali di natale 2017: le idee più glam per le amiche fashion addicted

La stagione più frenetica, luccicante ed emozionante dell’anno sta per arrivare e la domanda più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.