Scarpe comode e superleggere e marchi di calzature comfort per eccellenza che sono sinonimi di alta qualità. Sono gli aspetti che le donne non sottovalutano perché condizionano benessere e salute a lavoro e nella quotidianità.

Seguendo il Wall Street Journal il futuro del tacco a spillo è incerto

“Mesi passati a casa in pantofole, flip flops, sneaker o ballerine hanno creato abitudini difficili da cancellare”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dior Official (@dior)

Infatti, al netto di scelte quasi “obbligate” e stellari come quella della cantautrice e attrice statunitense Ariana Grande che è tornata a indossare il tacco 12 dei nuovi sandali Versace, la maggioranza delle donne preferisce calzare comfortable shoes. E la lettura dei dati ci suggerisce che dopo il Covid la situazione non cambierà. Il  “Wall Street Journal” ha definito il futuro del tacco, in particolare a spillo, incerto. Come si legge in una nota Ansa, “dopo mesi passati a casa in pantofole, flip flops, sneaker o ballerine hanno creato abitudini difficili da cancellare”.

Nel 2020 le vendite di scarpe con il tacco si sono quasi dimezzate e nel 2021 si stima una limitata ripresa

Npd: “Liberate dalla tirannia dei tacchi, le donne rifiutano di tornare a soffrire in cambio di quei centimetri di autostima garantiti dal non camminare rasoterra”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Versace (@versace)

È facile capire perché nel 2020, con le chiusure di uffici, bar, ristoranti e di locali, gli acquisti di scarpe col tacco si sono quasi dimezzati, come rileva il gruppo di ricerche di mercato Npd. Seguendo Beth Goldstein, curatore del settore calzature Npd, “se ripresa ci sara’ nel 2021, sara’ limitata: liberate dalla tirannia dei tacchi, le donne rifiutano di tornare a soffrire in cambio di quei centimetri di autostima garantiti dal non camminare rasoterra”.

valeriagennaro@alpifashionmagazine.com

 

 

Qual è la tua reazione?

emozionato
0
Felice
0
Amore
0
Non saprei
0
Divertente
0
Valeria Gennaro
Giornalista, insegnante, fashionista e cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche. Neuro Linguistic Programming Master Practitioner. Collabora con "La Gazzetta del Mezzogiorno" ed è caporedattore del giornale "Alpi Fashion Magazine"

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:Notizie