Tutti vorremmo delle abilità magiche: la super forza, saper leggere nella mente o prevedere il futuro. L’uomo è un animale a dir poco speciale. Due di questi superpoteri, infatti, sono caratteristiche innate di ognuno di noi, e possono essere sviluppate o perdute. Ti è mai capitato di capire lo stato d’animo della tua migliore amica solo guardandola negli occhi? Ti è mai capitato di prevedere un’azione di tuo fratello semplicemente osservandolo? Sicuramente sì. Questa magia è merito dei cosiddetti “neuroni specchio“.

Macaco, empatia

La scoperta dei neuroni specchio

La scoperta dei neuroni specchio è stata casuale. Il team guidato dal Dr. Rizzolatti indaga la corteccia premotoria di macaco. Ogni volta che la scimmia afferra una banana, notano, si attiva un determinato gruppo di neuroni. Casualmente vedono che quegli stessi neuroni si attivano anche quando la scimmia vede un uomo afferrare la banana. Decidono così di chiamarli neuroni “specchio”, perchè si attivano sia facendo un’azione che vedendola fare. Nel 1994 il gruppo di ricerca riesce a dimostrare l’esistenza del “sistema specchio” anche nell’uomo. La scoperta è sensazionale e le implicazioni principali sono due. Primo, i neuroni specchio ci permettono di capire le emozioni e i pensieri altrui. Secondo, quando vediamo una persona in procinto di compiere un’azione, questi neuroni ricostruiscono l’azione intera. In pratica, prevedono il futuro.

Amiche, empatia

Neuroni specchio ed empatia

Uno dei poteri derivanti dai neuroni specchio, è la nostra abilità di sintonizzarci con un’altra persona. In altre parole, di provare empatia. Quando sentiamo un’emozione, la trasmettiamo agli altri in modo innato attraverso la mimica facciale, il tono di voce ecc.
Il cervello dell’interlocutore rileva l’emozione e la replica identica, come se fosse propria. In questo modo possiamo comprenderla. Questo fenomeno è tanto più forte quanto lo è il legame tra le due persone. La filosofia e la religione parlano spesso di un legame intrinseco che unisce tutti gli uomini. Questo sentimento trova le sue radici proprio nei neuroni specchio. L’empatia è innata, ma lungo il cammino della vita può essere sviluppata o perduta attraverso le piccole azioni quotidiane. Ogni giorno siamo liberi di scegliere se essere in sintonia con il mondo oppure separarci da tutti. Ricordiamo solo che quando avremo voglia di sintonizzarci, ci sarà sempre un altro uomo in ascolto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.