Home / Attualità / Il trionfo del “no make up” alla Mostra del Cinema di Venezia
Michelle Pfiffer,lady hawke,make up

Il trionfo del “no make up” alla Mostra del Cinema di Venezia

Il personaggio di Isabeau d’Anjou, interpretato da Michelle Pfeiffer nella pellicola cinematografica Ladyhawke diretta da Richard Donner, ha un viso giovane, un taglio di capelli sbarazzino, un sorriso scintillante e un trucco soft nude, effetto nudo, semplice e naturale. L’attrice statunitense, protagonista anche di Stardust e di Le streghe di Eastwick è una delle clienti più fidelizzate al make-up natural and nude. La Pfeiffer si è mostrata infatti al Festival del Cinema di Venezia,  insieme ad altri ospiti italiani e internazionali,  con vestito floreale e make-up nude, effetto berry stain, cioè naturale ma colorato al punto giusto: con un rossetto liquido opaco, insieme a un’altra attrice americana che ha optato per lo stesso make-up: l’eroina di X-men e di Hunger Games, il premio Oscar Jennifer Lawrence. Anche per lei un effetto nudo ultra-glamour all’arrivo in conferenza stampa. Perché questo make-up, dal nome evocativo soft nude, piace tanto alle celebrità, al punto che è sfoggiato sempre più nelle occasioni mondane.

jennifer lawrence,michelle pfiffer
Jennifer Lawrence e Michelle Pfiffer 
Vogue.it

Numerose sono le celebrità che hanno scelto un Make up total nude

La maggior parte delle star presenti alla Mostra del Cinema di Venezia hanno scelto un trucco total nude: da Roberta Ruiu, a Jenna Hurt; da Cristiana Capotondi a Donatella Finocchiaro, ancora, da Kate Bosworthe a Zosia Mamet, da Mora Arenillas a Kate Bosworth, a Sally Hawkins e Amanda Seyfried; mentre Jilianne Moore, Kiernan Shipka e Rita Hayek hanno sfoggiato il no make-up, ma con labbra rosse. Numerosissime sono le altre celebrità, che, più in generale, sono letteralmente devote al nude, insieme a Michelle PfifferGwyneth Paltrow, Amy Adams, Doutzen Kroes, Keira Knightley, Jennifer Aniston e Cameron Diaz, per citarne alcune.

Il perfetto no-makeup del momento, quello che tecnicamente si chiama raw-glow (nudo di luce) è dunque sempre più amato sia dalla star sia dalla donna della porta accanto ( che desidera un tipo di trucco adatto per andare a lavorare, fare la spesa, per prendere i bambini a scuola) la quale richiede naturalezza e praticità; al contrario della sofisticazione di un trucco dagli effetti troppo marcati e plastici. Il segreto sarebbe tutto nascosto in smart primer, in blemish balm cream (creme anti-imperfezioni) e in una serie di prodotti ibridi, come nuovi fondotinta sempre più a base d’acqua, da dosare con il contagocce;  leggerissimi e trasparenti, che idratano la pelle e rispondono efficacemente alle esigenze di avere un viso giovane, fresco, luminoso e, soprattutto, prêt-à-porter! Perché non c’è sfarzo più grande per una donna che poter contare sulla propria bellezza, e potersi permettere di  uscire con un abbigliamento pratico, e completamente struccata. Di conseguenza, sempre un maggior numero di professionisti del settore, e di stilisti, si schierano dalla parte della true-life e del trucco invisibile e naturale, perché il nude, per dirla con il national makeup designer l’Oreal Paris, Simone Belli «Ha il pregio di farti sentire perfetta senza ricorrere all’artefatto». Seguendo Belli,  il cosmetico must e complice di un soft make-up è il blush (il fard) che «anche in texture cremosa, restituisce sulle guance un rosato da primo appuntamento d’amore».

Keira Knightley,no make up
Keira Knightley
Fanpop.com

Il nude di maggiore tendenza gioca sulle sfumature monocolore

Il no makeup resta una certezza nelle piazze delle nostre città, come al Cinema e sulle passerelle di ogni stagione; e se è vero che piace a tante, è altrettanto vero che il trucco “effetto nudo” è tutto fuorché semplice da realizzare. Bisogna  calibrare un equilibrio di punti luce e zone d’ombra e un sapiente uso di prodotti per realizzare la magica base per il trucco che è tutto ciò che ci serve. Occorrono crema idratante, fondotinta, correttore,cipria, terra, blush, ombretti nude, burrocacao o rossetto nude,mascara, spugnette make up e pennelli di vario tipo.  Si può scegliere l’effetto nude che meglio si adatta al proprio incarnato e ai colori del proprio viso. Il nude di maggiore tendenza gioca sulle sfumature monocolore, e diversi sono gli effetti che si possono creare: dal total face per un volto luminoso e assolutamente naturale, all’effetto lashy, cioè viso al naturale e ciglia in primo piano sottolineate da un mascara extra nero. Per realizzare invece un impeccabile berry stain il prodotto must è Dior Addict Lip Tattoo 771 Natural Berry. Le più eccentriche invece possono tentare il bushy (quest’anno le sopracciglia vengono intensificate al massimo e pettinate verso l’alto) o il pink flush: una tonalità di rosa per l’intero trucco. C’è da aggiungere che le labbra nude riprendono spesso, in questo tipo di make-up,  il colore dell’incarnato. Un altro effetto tra cui si può scegliere è il creamy lips: un nudo di carattere, con un rossetto extra luminoso, in questo caso il cosmetico protagonista è un lipgloss a cinque stelle, come Chanel Rouge Coco Closs 744 Subtil. Infine, per le girls più romantiche e sognatrici si consiglia l’effetto «Oh,you beautiful doll!» come canta Nancy Sinatra, insomma quello like a doll per un viso da bambola di velluto, usando un fondotinta specifico. Like a Doll, ad esempio, è il nome di quello Pupa, estremamente liquido, «poche gocce per donare all’incarnato un effetto radioso», e  che sorprende per qualità,  texture e finish. Per farla breve, nell’autunno inverno 2017/2018 il trucco naturale passa dall’effetto glowy lanciato per l’estate 2017 dalla nota make up artist Charlotte Tilbury a quello super opaco, per raggiungere un look non artefatto, effetto raw-glow e ultramoderno.

Valeria Gennaro

About Valeria Gennaro

Giornalista, redattore di moda e beauty, cinema editor. Cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche.

Check Also

“Bomba”, il nuovo videoclip antimafia di Carlo di Vita

Quando la musica non è solo una semplice manifestazione di emozioni. Ma un vero e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.