Home / Spettacolo / Le Stars / Google Trends, ecco le parole più “googlate” del 2016

Google Trends, ecco le parole più “googlate” del 2016

Da Belen alle Paralimpiadi, da Doctor Strange a Bob Dylan: su Google Trends le parole più cercate ci sorprendono anche quest’anno

L’anno appena trascorso è stato ricco di avvenimenti legati alle mode del momento, allo sport, al cinema e alla musica, ma anche ad altri meno piacevoli come la crisi economica e politica, le catastrofi naturali, gli attentati e i decessi di famose star internazionali.

Google TrendsSu Google Trends, le classifiche delle parole più cercate in Italia e all’estero fotografano perfettamente le ansie, le curiosità, le preoccupazioni e gli hobby più popolari di questi 12 mesi, che con le loro complicazioni e problematiche risultano tra i meno apprezzati degli ultimi anni. Vediamo insieme alcune delle parole più rappresentative cercate nel mondo e suddivise per mese:

Gennaio – La fanno da padroni cinema, musica e mistero: Book of Genesis, Cotton candy, Herbal tea, Superfood, Charles Perrault, War and Peace, microRNA, Alan Rickman, Channing Tatum, Grease, Professor Severus Snape, Sean Penn, Céline Dion, David Bowie, Hotel California, Alchemy, Epiphany, Sync Battle, Netflix, The X-Files, Monarch butterfly

Febbraio – L’attenzione si sposta verso la scienza, il cibo e le celebrazioni: Puppy, Carnival Parade, Gravitational wave, Cookies, Guacamole, Nachos, Teddy bear, Green Eggs and Ham, Harper Lee, Umberto Eco, Deadpool, Leonardo DiCaprio, Zoolander, Academy Awards, General relativity

Marzo – All’insegna di moda, breaking news e cibo: Selfie, Zaha Hadid, Brussels, Havana, Easter egg, Holi International Women’s Day, Sweet sixteen, Climate Brunch, Fish and chips, Mimosa, Corruption, GloboNews, Daredevil, Supergirl, Deep learning, Adidas

Axl Rose, cantante dei Guns N’Roses

Aprile – Focus sulla salute e sulle star:  Dreadlocks, Lemonade, Protein bar, Street food, Impeachment, Melissa McCarthy, Axl Rose (in foto), Beyoncé, Prince

Maggio – Ancora scienza e spettacolo, ma anche natura, giochi e integrazione: Halley’s Comet, Transgender, Lego minifigure, Civil War, Data science, Beauty and the Beast, Chewbacca, Chris Evans, Ozzy Osbourne, EgyptAir, Succulent plant

Giugno – Di tendenza mete turistiche e parole legate a politica, sport, salute: Mosquito, Orlando, Reykjavik, Istanbul, Northern Ireland, Poland, Romania, Monsoon, One-piece swimsuit, Blood donation, Road trip, European Union, Petition, Referendum, Bud Spencer, LGBT, Hamilton, Cleveland, Copa América, The NBA

Luglio – Si continua con bellezza, turismo, giochi, cinema e business: Cruelty-free, Eyelash extensions, French braid, Hi-top fade, Baghdad, Munich, France, Portugal, Bastille, Mother Teresa, Cold brew coffee, Ice cream, Pokémon Go, Demagogue, Police, Trans-Pacific, Partnership, Ghostbusters, Godzilla, Tarzan, Winona Ryder, Black Lives Matter Minute, Cristiano Ronaldo, Championship, Wimbledon, Airbnb, Robot Wars, Carpool

Una delle star decedute quest’anno: Gene Wilder

Agosto – Sull’onda dei giochi olimpici e del cinema: Rio de Janeiro, Ketchup, Cinderella, Gene Wilder (in foto), Harley Quinn, Joker, Ocean, The Chainsmokers, Break a leg, Altruism, 10K run Miles per hour, Beach volleyball, Freestyle wrestling, Gymnastics, Judo, Medal, Michael Phelps

Settembre – Tra musica, istruzione e Paralimpiadi: Elon Musk, Full moon, Pineapple, Proper noun, Algebra, Banjo, Trap music, Pablo Escobar, Supercouple, Inequality, Subjectivity, Nightmare, Paralympic Games, Headphones, Machine learning, Video blog, American Horror Story

Ottobre – Ci si sposta verso tecnologia, letteratura e serie tv: Palm Springs, Ripped jeans, Windbreaker, Nobel Prize in Literature, Troll, Doctor Strange, Luke Cage, Robert De Niro, Tom Hanks, Bob Dylan, Virtual reality, The Walking Dead, Uber

Novembre – Penultimo mese dell’anno tra politica e nuove generazioni: Hillary Clinton, Fidel Castro, Donald Trump, Melania Trump, Millennials, Internet, meme

Google Trends
La storia del pianista Ezio Bosso ha commosso tutti gli italiani.

Spostandoci in Italia, nella classifica delle parole più “googlate” in assoluto troviamo al primo posto Pokémon Go, seguito da Olimpiadi Rio 2016, Europei 2016, Elezioni USA, Terremoto, Sanremo 2016, David Bowie, Donald Trump, Bud Spencer e, infine, Brexit. Inutile dire che tra i personaggi più cercati (dopo David Bowie e Donald Trump, primo e secondo posto) ci sono il calciatore Gonzalo Higuain (4° posto), il pianista Ezio Bosso (5° posto), l’attore Gabriel Garko (7° posto) e l’imitatrice Virginia Raffaele (8° posto), seguiti dalla (citatissima) poetessa Alda Merini e, a sorpresa, dalla mitica Patty Pravo.

Nella top10 degli eventi più cercati troviamo anche Oscar 2016, Attentato Nizza, Attentato Bruxelles, Miss Italia e Referendum 17/04, mentre tra i “perché” più popolari figurano ricerche in apparenza assurde, come, al primo posto (!) “Perché si intasa il braciere” e “Perché i gatti hanno paura dei cetrioli” (2° posto), e poi a seguire “Perché il colpo di stato in Turchia” (3° posto), oppure “Perché Belen e Stefano si sono lasciati, la Russia gioca agli Europei, Trump ha vinto” (7°, 8° e 9° posizione).

Google Trends
Salone del Gusto 2016: uno degli eventi più “googlati”

E ancora, tra i termini di cui non si conosce il significato: Idolatria, Ad maiora, Brexit, Trust, Scisma, Taggare (!), Vegano (!), Petaloso (questo fa sorridere), Gomorra e Podolico. Ma Google Trends ha registrato anche le mete turistiche più cercate (nella top five italiana: Corfù, Pantelleria, Lecce, Tropea e Palma de Maiorca); mentre, tra i biglietti andati a ruba quest’anno, figurano Lotteria Italia 2016, Coldplay, Finale Coppa Italia 2016, Milan-Inter e Depeche Mode 2017, seguiti da Salone del Gusto 2016, Finale Champions, Ligabue Autodromo di Monza, Vinitaly 2016 e Passerella Lago Iseo.

Insomma, l’anno appena concluso è stato imprevedibile e non sempre felice, ma è consuetudine che alcune delle ricerche più popolari su Google tornino a stupirci per la loro stranezza. E tu, quante di queste parole hai cercato nel 2016? Raccontacelo in un commento!

Maria Cristina Folino

About Maria Cristina Folino

Laureata in Lettere e Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Salerno, specializzata in programmazione e gestione di interventi per gli archivi e le biblioteche digitali, Maria Cristina Folino vive a Salerno e collabora con testate giornalistiche locali da oltre 9 anni. Già docente di Scrittura Creativa ed esperta di comunicazione digitale, lavora come content creator e web editor. Impegnata con l’associazione culturale Felix Cultura e con Donation Italia, ha vinto numerose competizioni artistico-letterarie a livello nazionale. In passato ha pubblicato una raccolta di poesie ("Ali di Gabbiano", Aletti Editore, Roma 2008) e due ebook, una fiaba e un saggio, con Edizioni Il Pavone ("Liberami da questo libro!", 2010 e "Tim Burton e il Catalogo delle Meraviglie", 2013). Ha blog su Tumblr (http://mariacristinafolino.tumblr.com) e un canale dedicato a libri e moda su Instagram (@fashionreaders_lookbook). Il suo sito web è www.mcfolino.eu.

Check Also

Emmanuel Delcour

Intervista allo Chef Emmanuel Delcour

E’ stato un piacere intervistare il famoso Chef francese, nutrizionista, allenatore, modello ed attore Emmanuel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.