Emilio Basta, classe 1945, nato a Venosa, comune della Basilicata e patria di un altro storico poeta latino, insignito degli allori d’oro: il latino Qunto Orazio Flacco. Dire che voglia calcarne le orme è forse eccessivo, ma il talento che lo accompagna si nutre del profumo della sua terra. Si definisce “un sensibile sognatore, amante di tutta la poesia di autori emergenti”. Poeta per passione, da sempre riesce a mettere in rima le proprie emozioni, con graduale naturalezza, seguendo il proprio istinto, come una vocazione. Ma la consapevolezza che le sue parole potessero suonare vive e rivelatrici come le Muse, l’ha acquisita con gli anni, prima grazie ad alcuni editori indipendenti che hanno creduto nei suoi scritti. Poi, il sogno di sentirsi parte di un moderno circolo di Mecenate si è realizzato quando l’Università Federico II di Napoli, più volte, ha voluto premiare la sua vena poetica. Emilio Basta, infatti, è stato persino menzionato come Ambasciatore Accademico Honoris Causa dell’Accademia Internazionale Partenopea “Federico II di Napoli”, diretta da Domenico Cannone. Pochi giorni fa il poeta lucano, ancora una volta, ha partecipato alla sesta edizione del Premio internazionale Città di Napoli”, memorial dedicato al poeta, scrittore, giornalista Libero Bovio, che è riuscito, all’inizio del Novecento, a riportare in vita l’arte popolare e le canzoni della sua tradizione. Tra gli ospiti d’onore, l’attore Remo Girone, la giornalista e conduttrice televisiva Alda D’Eusanio, l’attore Arturo Sepe, che ha fatto parte del cast di note fiction come Distretto di Polizia e Squadra Antimafia, e del film Gomorra,  il regista Gianluca Menta, il cantattore Antonio Buonomo, i giornalisti Gianfranco Coppola, Rino Cesarano, Gino Giammarico, e molti altri volti noti del mondo dell’imprenditoria.

remo-girone

Basta ha ottenuto l’ennesimo prezioso riconoscimento da annoverare nei suoi annuali: il secondo premio nella sezione E di poesia e vernacolo “Sezione Libero Bovio”. Un gioiello tutto lucano e venosino che ha brillanto, assieme a tutti gli altri talenti premiati nelle varie sezioni (arte, Lettere, canto, spettacolo, cinema, teatro, scienze, filosofia e sporti), al cospetto di una giuria d’eccezione provenienti dal mondo dell’editoria, della stampa, della poesia e dell’arte scenica.

accademia-internazionale-partenopea

(Edit Thomas bi Photographer)

Ma lui, umile e parsimonioso, nonostante questo ennesimo elogio alle sue qualità preferisce vivere alla giornata, conservando quella naturalezza che traspare anche nei suoi versi, un po’ idilliaci e un po’ tratti dalla propria realtà biografica, fatta di lavoro e sacrifici, desideri ed auspici. Egli vola alto senza costruire castelli in aria, disegnando nel cielo iperboli di significati con intrecci di parole genuine; e poi calarsi negli scenari bucolici e satirici della quotidianità, del contesto socio-culturale, e persino religioso in cui egli vive, donandovi una luce mai banale, bigotta o artefatta. Tra le sue pubblicazioni “Quando la poesia è ala d’anima”, Edizioni Ler 2002; “Sussurri nel vento” Edizioni Ler 2003; “Una clessidra nella sera” Edizioni Ler 2004; “Verso il mare”, Edizioni Tigullio Bacherontus 2006); “Voglia di volare”, Aletti editore 2008, grazie alle quali è stato encomiato in tutta Italia e perfino all’estero, a Lugano in Svizzera.Ne hanno intessuto le lodi anche numerose recensioni, come quella della poetessa Fiorella Cappelli, che esordisce così “Un libro di liriche dedicate alla vita. E’ così che il poeta Emilio Basta apre, al lettore sconosciuto, il suo cuore e la sua veduta sul mondo, condividendo la gioia di una nascita; niente appare più altruista e generoso di un gesto di condivisione, e la poesia è in tutto questo, la soffice e mutevole nuvola che l’abbraccia con la sua “Voglia di Volare”. Nel 2004 ha ottenuto il Premio alla cultura in occasione di Genova città europea della cultura,  e ancora il Premio alla Cultura dal Centro Artistico Culturale Molisano “La Conca” in Omaggio a Giosuè Carducci.

emilio-basta-premiazione

Il ricavato dei suoi libri è stato sempre devoluto in beneficenza, a dimostrazione dello spessore umano e sociale che contraddistingue questa penna dalle rime d’oro. Uno stile prezioso e melanconico, che non sfocia mai nel lirismo assuefatto o nel vuoto convenzionalismo. Al contrario, gli archetipi e le metafore che utilizza rinviano ad universi paralleli che, però, non sono avulsi da una rigorosa adesione al vero; la sua fantasia quindi, pur navigando tra le maree profonde della sua interiorità, non si lascia mai scoprire del tutto; al contrario si dà e si cela, facendo del libero fluttuare delle sue emozioni l’unico autentico baluardo di libertà.

il-silenzio-delle-farfalleTra gli ultimi lavori “Il Silenzio delle Farfalle” che, come le sue pubblicazioni, protende verso un’anima errante che svolazza lontano da schiavitù, servilismi o Si possono leggere alcuni suoi aforismi per capire qual è l’humus in cui s’intinge la sua leggiadra e, al contempo, sanguigna veracità. “Gli amici si nutrono della tua bontà e poi ti rendono vulnerabile…”;Il dolore per i figli, il cuore si assottiglia”; “è giunto il buio, la notte è stellata, dormiamo insieme, consumiamo l’amore”, “vorrei morire per un istante e vedere chi per me piange forte” sono soltanto alcuni dei suoi aforismi, che traspaiono in tutta la loro purezza e semplicità. Piene di gioia e tormento, malinconia e bellezza, amore e desiderio, sono le poesie “la Fanciulla”, “L’Altra”, “La Luna E la Sera”, “L’Amicizia”, “I Disegni del Cielo” solo per citarne alcune, in cui la matrice comune è il sentimento che talvolta divampa, talaltra si assopisce nelle delusioni e nei tradimenti della vita e degli uomini, per poi riprendere quota nella speranza di un presente e un futuro migliore. Questo è Emilio Basta, non un modello da edulcorare, ma la normalità del sentire comune, di un uomo qualunque che ha nello spirito un fuoco sacro bisognoso di manifestarsi. prigionie.

Marianna Gianna Ferrenti

emilio-basta-1

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.