Home / Attualità / Consultorio S. Arcangelo, progetto immigrati su salute e contraccezione
consultorio familiare

Consultorio S. Arcangelo, progetto immigrati su salute e contraccezione

È stato attivato dal Consultorio familiare di Sant’Arcangelo che ha come responsabile la dottoressa Liliana Romano, insieme ad Arci Basilicata – Fondazione Città della Pace, un progetto sulla salute sessuale e riproduttiva, e contraccezione. I destinatari sono gli immigrati inclusi nel Servizio protezione richiedenti asilo e rifugiati (Sprar), attivo dal 2012, che accoglie migranti provenienti da diverse nazioni, principalmente dall’Africa occidentale (Mali, Nigeria, Costa D’Avorio, Ghana, Sierra Leone e Guinea) i quali risultano spesso «poco, o male  informati, e non hanno familiarità sulla pratica della contraccezione», come spiega l’ostetrica santarcangiolese Antonella Pesce.

L’ostetrica con gli immigrati presso il Consultorio familiare

Un’offerta attiva dei consultori familiari si traduce quindi in progetto operativo a Sant’arcangelo e a Gallicchio, perché il Consultorio di Sant’Arcangelo ha saputo cogliere le criticità degli immigrati afferenti al servizio e proporlo ai centri che hanno fatto specifica richiesta, finora la Città della Pace di Sant’Arcangelo e il centro di prima accoglienza Global service di Gallicchio. A tal fine, gli operatori del Consultorio familiare del centro valligiano, insieme alla psicologa Toriana Marino e all’ostetrica Antonella Pesce hanno programmato una serie di incontri con gli immigrati presenti sul territorio, sul tema dell’educazione sessuale, che proseguiranno anche nel mese di ottobre a Sant’Arcangelo, rivolti, come detto, agli ospiti della Città della Pace, e a Gallicchio, dal 4 ottobre, con il duplice obiettivo di: «fornire strumenti e conoscenze atte a prevenire  gravidanze indesiderate e adeguata pianificazione familiare  -fanno sapere gli organizzatori –  nonché prevenzione e protezione da malattie sessualmente trasmissibili».

riunione con gli immigrati a Sant’Arcangelo

Il Consultorio familiare – si ricorda – riqualificato nella tipologia e nella qualità dell’offerta attiva di servizi, è un punto di forza per la promozione della salute e della prevenzione sul territorio ASP. Da sempre una delle specificità dei servizi consultoriali è la presa in carico della persona singola, e del nucleo familiare, con l’assunzione delle problematiche del disagio sociale-psicologico, e sanitario nel senso più ampio.

Tra gli elementi più significativi di questi ultimi anni è l’apertura del consultorio alle nuove problematiche sociali e culturali legati al fenomeno migratorio. Molte richieste di aiuto provengono da donne immigrate che mettono insieme, nella loro condizione spesso difficile dal punto di vista economico, una condizione sanitaria, relazionale e affettiva molto problematica. I motivi per i quali le donne straniere si rivolgono ai consultori riguardano in primis gli aspetti della salute riproduttiva, ovvero la gravidanza, il parto, l’interruzione di gravidanza e la contraccezione.

Tutto ciò obbliga a nuove programmazioni per assicurare assistenza adeguata a donne portatrici di istanze complesse e diversificate che necessitano di risposte a quelli che vengono posti come bisogni di salute globali. «Le nuove sfide che si profilano per i servizi consultoriali si fondano sulla capacità di rimodularsi in funzione di un’utenza che cambia nel tempo, ponendosi non più come semplici fornitori di prestazioni, ma come agenti capaci di offerta attiva orientata alla prevenzione e all’educazione alla salute».

Valeria Gennaro

About Valeria Gennaro

Giornalista, redattore di moda e beauty, cinema editor. Cultrice della materia in storia del cinema con la passione per la moda, i bijoux e la social communication. Laureata magistrale in Teoria e filosofia della comunicazione e laureanda in Scienze filosofiche.

Check Also

Noi quattro nel mondo

Noi quattro nel mondo: un sogno di Francesca Cerutti divenuto romanzo

Vorrei potervi raccontare una storia, quella di Noi quattro nel mondo, con la consapevolezza che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.